"Il polo tecnologico di Venezia apre un nuovo ufficio a Dubai"

Massimiliano Riolfo Presidente e CEO del Polo Tecnologico di Venezia, apre un nuovo ufficio a Dubai per promuovere il business veneto e italiano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Comunicato che riceviamo e pubblichiamo: "Massimiliano Riolfo Presidente e CEO del Polo Tecnologico di Venezia, apre un nuovo ufficio a Dubai per promuovere il business veneto e italiano

Lo scorso anno, il commercio bilaterale tra l'Italia e gli Emirati Arabi Uniti si è attestato a 34,30 miliardi di AED (Dirham) e con tutta probabilità quest'anno subirà un tasso di crescita del 15%.

Perché, allora, non capitalizzare il potere economico dei legami commerciali e turistici che esistono tra gli Emirati Arabi Uniti e l'Italia?

Presso l'Hotel Raffles di Dubai, una delegazione dell'Agenzia per gli Investimenti del Dipartimento dello Sviluppo Economico del Governo di Dubai ha firmato un memorandum d'intesa (MOU) proprio con la Regione Veneto, con la volontà di potenziare i legami industriali e commerciali tra Veneto e Dubai, appunto. Il MOU bilaterale è stato siglato da Massimiliano Riolfo, Presidente e CEO del Polo Tecnologico di Venezia e Ibrahim Hussain Ahli, Director of Investment Promotion Division at Dubai FDI, in presenza di Marino Finozzi, assessore al Turismo e al Commercio Estero.

Proprio Finozzi afferma:

"Oggi, sia Venezia che Dubai sono centri nevralgici del commercio e del business turistico del bacino mediterraneo. Non solo hanno avuto origini molto simili grazie allo sfruttamento intelligente del commercio marittimo, ma negli ultimi tempi sono anche cresciute in modo parallelo. Lavorando insieme e costruendo sinergie, potremo aprire definitivamente la strada a un mercato che nasce già sotto i migliori auspici".

L'assessore ha continuato spiegando come tra gli scopi della visita c'era sottolineare l'importanza del Veneto per il segmento viaggi, evidenziandone le bellezze naturali, storico-artistiche, culturali e ludiche che lo rendono meta di vacanza indimenticabile.

"Il Veneto è una regione del Nord Italia ed è una nota destinazione turistica, con Venezia come attrazione principale: non vediamo l'ora di accogliere tutti i viaggiatori arabi e aumentare il numero di turisti che dal Veneto approda negli Emirati Arabi. Il Veneto, inoltre, non è solo ricco di altre città d'arte come Vicenza, Verona, Treviso e Padova, ma anche di spiagge sabbiose, di località di montagna, con le famose Dolomiti come cornice, e offre pure possibilità di villeggiatura sul lago di Garda. Ha una proposta termale importante, con strutture ricettive in grado di offrire cure estetiche e mediche, oltre che parchi naturali. Insomma, la Regione può proporre davvero un turismo esperienziale sotto molti punti di vista".

Come parte della sua strategia di promozione, Veneto Turismo ha già organizzato una sessione con gli operatori turistici regionali.

Con questa sua prima visita a Dubai, il Polo Tecnologico, in rappresentanza di una regione considerata una tra le più prospere e industrialmente più sviluppate d'Europa, ha annunciato anche l'apertura del nuovo ufficio a Dubai, così da generare opportunità di nuovo business.

"L'apertura del nostro ufficio a Dubai ci porta nel cuore commerciale e degli affari di questa zona del Medio Oriente e per le aziende della nostra regione offre una miriade di opportunità di business. Ringraziamo il Dubai FDI per l'accoglienza da red carpet che ha sicuramente facilitato il nostro inizio lavorativo qui" - ha detto poi Massimiliano Riolfo.

Durante l'assemblea dei media, Ahli ha sottolineato come Dubai faciliti l'accesso delle imprese ad un mercato regionale di oltre due miliardi di persone: le aziende possono non solo trarre vantaggio dai fantastici collegamenti in tutta la regione, ma anche capitalizzare gli anni di esperienza locale nel fare affari in queste zone difficilmente accessibili.

Ricordiamo che la Regione Veneto si è sviluppata ad una velocità incredibile dalla seconda guerra mondiale in poi e ha costruito un immenso network di note eccellenze specializzate in ingegneria, progettazione e produzione. Molte aziende, oggi rinomate in tutto il mondo per produzione e capacità, affondano le radici in Veneto, e molte qui hanno ancora sede. Pensiamo ad Aprilia, Safilo, Benetton, Diesel, Replay, De Longhi, Electrolux, Geox e Luxottica, solo per citarne alcune.

Aziende meno note, poi, hanno elargito i migliori nomi del mondo per decenni, e molte di queste imprese lavorano per società del calibro di Mercedes, Porsche, Audi o BMW, che si affidano a questa regione per produrre i loro beni cui poi donano il brand.

Non dimentichiamo infine che il Veneto è anche ricco di studi di ingegneria, ricerca di design e imprese ad alta tecnologia che trattano telescopi, radiotelescopi, osservatori astronomici e attrezzature scientifiche per progettare e realizzare impianti "chiavi in mano" per i settori plastica e lavorazione dei polimeri.

Che sia, dunque, un gemellaggio proficuo, atto ad esaltare ciò che già esiste e a creare nuove concrete opportunità di business".

Torna su
VeneziaToday è in caricamento