rotate-mobile
Cronaca

Il porto off-shore si avvicina, arriva l'ok dalla commissione ambientale

La commissione VIA ha votato all'unanimità l'approvazione della grande opera d'altura. Ci sono prescrizioni. Comune: "Attenzione all'ambiente"

Atteso, è arrivato l'ok da parte della commissione VIA al progetto di costruzione del terminal off-shore al largo di Venezia. Il 31 luglio, infatti, la commissione regionale ha votato all'unanimità il parere favorevole di compatibilità ambientale, sottoponendolo però a numerose prescrizioni e vincoli di cui i proponenti (magistrato alle Acque e Autorità Portuale) nella fase di progettazione definitiva. Spettatore interessato il Comune di Venezia, senza diritto di voto, che martedì ha "gioito" del protocollo d'intesa tra Regione e associazioni di categoria della pesca sulle compensazioni a favoore di quest'ultime in vista della costruzione della grande opera.

INTESA SULLE MITIGAZIONI ALLA PESCA

Il rappresentante del Comune ha comunque sottolineato gli elementi di criticità del progetto, rilevati già dal Consiglio comunale, soprattutto in tema di "mobilità di mezzi e di merci in terraferma, in considerazione del deficit infrastrutturale attuale, sia della rete stradale che ferroviaria, e dell’indefinitezza tuttora perdurante sulle soluzioni che verranno attuate in prospettiva, che non devono penalizzare né i residenti né il verde urbano e agricolo".

Il Comune, infine, ha espresso preoccupazione per le cinque isole artificiali temporanee previste in laguna nella fase di cantiere, chiedendo che siano individuate modalità e tempistiche di intervento più appropriate, al fine di ridurre al minimo gli impatti sull'ecosistema lagunare.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il porto off-shore si avvicina, arriva l'ok dalla commissione ambientale

VeneziaToday è in caricamento