rotate-mobile
Cronaca Spinea

Imobber, ora il biglietto Actv non ha più segreti per il nostro cellulare

Un programmatore di Spinea ha messo a punto una app gratuita per Android che permette di leggere i dati: "Le informazioni sono in chiaro"

Si chiama "Imobber", e promette di alleviare (gratis) i problemi di chi sale e scende dai mezzi Actv. Si tratta di una applicazione per Android che permette di "leggere" i dati che si trovano all'interno di un biglietto singolo. Di navigazione o di servizio automobilistico. "Spesso in autobus vedo persone con il ticket e sopra un post-it per ricordarsi qual è urbano e quale extraurbano - spiega Andrea Fontana, 30 anni a fine maggio, l'inventore del "programmino" - i tagliandi infatti sono identici".

SCARICA L'APP DAL PLAY STORE DI ANDROID

Da dicembre, quindi, il giovane programmatore residente a Spinea e dipendente di un'azienda di produzione di contenuti multimediali, 2night spa, ha iniziato a lavorare sul progetto. Grazie a questa app basterà passare sul proprio smartphone (sono per Android, niente iPhone) il biglietto, proprio come si fa con l'obliteratrice Actv, per sapere il tipo di tratta caricata (se "urbano" o "extraurbano"), il numero di viaggi disponibili (gli imob singoli possono essere ricaricati fino a dieci volte) e data, fermata e ora dell'ultima validazione. In modo da sapere in tempo reale se i 75 minuti di validità siano rispettati o meno.

Questo programma funziona solo per i biglietti singoli, non per gli abbonamenti. Nel primo caso, infatti, i dati sono "in chiaro" e possono essere letti. Sono scritti in codice binario, a disposizione di chi, con calma, intende capirne il linguaggio. "Basta un programma apposito nel cellulare o nel computer - spiega Andrea Fontana -. Tecnicamente chiunque potrebbe salvare il contenuto del biglietto carico e poi ricaricarlo in un secondo momento - sottolinea -. Si tratterebbe di una truffa, naturalmente. E con ogni probabilità Actv fa dei controlli incrociati con i numeri di serie del ticket per evitare condotte del genere. Su questo si può stare tranquilli".

SCARICA L'APP DAL PLAY STORE DI ANDROID

Fatto sta che alcuni dati, nel caso qualcuno volesse estrapolarli, con un po’ di pazienza e di conoscenza tecnica possono essere carpiti: "Ci sono delle informazioni nei biglietti che per motivi di privacy non si fanno vedere - continua il programmatore - come per esempio la tratta, la fermata e l'ora delle ultime due validazioni. Per assurdo quindi si potrebbero seguire gli spostamenti di una persona sui mezzi Actv, in laguna e in terraferma in questo modo". Per evitare "pedinamenti", quindi? "Quando volete disfarvene strappatelo - consiglia - Il chip all'interno viene danneggiato e diventa illeggibile".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imobber, ora il biglietto Actv non ha più segreti per il nostro cellulare

VeneziaToday è in caricamento