Pmi e debiti, a Venezia le imprese in difficoltà sono sempre meno

In Veneto sei aziende su dieci hanno un indebitamento contenuto, inferiore al patrimonio netto, e nella provincia capoluogo i dati sono tra i migliori

Secondo una ricerca di Ria Grant Thornton, società di revisione e organizzazione contabile member firm italiana di Grant Thornton International, condotta su un campione di circa seimila imprese venete con un fatturato superiore ai cinque milioni di Euro, risulta che il 39% delle imprese venete ha un rapporto tra indebitamento finanziario e patrimonio netto superiore a uno, cioè in cui i debiti finanziari eccedono i mezzi propri. Emerge un dato confortante e positivo: questa percentuale risultava pari al 41% nell’esercizio precedente, cosa che potrebbe confermare qualche segnale di fiducia nell’andamento delle Pmi. A guidare la classifica delle province con aziende a minor livello di indebitamento è Belluno (32%), seguita da Venezia (37%), Padova e Vicenza (39%), Treviso (40%) e Verona e Rovigo (42% delle aziende con un grado di indebitamento rispetto ai mezzi propri superiore ad 1).

I COMMENTI - “Dall’analisi che abbiamo condotto emerge che il 39% delle società oggetto della ricerca hanno un indebitamento superiore ai mezzi propri – dichiara Carlo Boyancé, senior partner di Ria Grant Thornton e responsabile dell’ufficio di Verona – ma il dato è in calo rispetto al 2011 (41%). D’altro canto quasi duemila imprese, pari al 32% del totale può vantare assenza di indebitamento finanziario (anche in questo caso il dato migliora rispetto al 29% del 2011). In generale quindi si può affermare che dai bilanci delle aziende del territorio arriva qualche conferma dei tenui segnali di ripresa che gli ultimi dati congiunturali sembrano confermare: si tratterà di vedere nei prossimi mesi se questi segnali verranno confermati dalle performances delle Pmi”.

IL RICONOSCIMENTO - La ricerca è stata condotta in occasione del lancio della quinta edizione del premioLe Tigri”; promosso da Ria Grant Thornton, con il contributo del Banco Popolare, di First Capital e Quaeryon, dedicato alle Pmi che hanno saputo creare valore nonostante la congiuntura economica sfavorevole. Il riconoscimento, che da questa edizione vede la collaborazione con Borsa Italiana, è organizzato con il supporto scientifico di Andaf, di Cerif – Centro di Ricerca sulle Imprese di Famiglia dell’Università Cattolica- e Fondazione Cuoa ed è rivolto a tutte le Pmi italiane, società di capitali e gruppi non quotati, con un fatturato superiore ai dieci milioni di euro, che hanno saputo rispondere alla perdurante crisi economica con soluzioni strategiche in grado di sostenere la crescita ed il mantenimento di positivi indicatori economici e finanziari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Identificato un corpo trovato nel Piave: è Mattia Bon, scomparso l'estate scorsa a Sappada

  • Schianto a Caltana, morta una ragazza di 25 anni

  • Grosso giro di prostituzione in due locali: prestazioni fino a 1500 euro a notte, 5 persone in arresto

  • Ladri in fuga sui tetti, braccati con l'elicottero e catturati

  • Un morto sui binari a Porto Marghera

  • 57enne muore soffocato da un pezzo di torta

Torna su
VeneziaToday è in caricamento