Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Imu sui capannoni industriali, Venezia maglia nera della regione

Aumento del 51% nel 2013, a Cgia stima una spesa di oltre 1.300 euro in più. A Belluno invece il rincaro non raggiungerà neppure i 50 euro

Cattive notizie per gli imprenditori di Laguna e Terraferma. Stando alle ultime rilevazioni della Cgia di Mestre, infatti, sarà proprio la provincia di Venezia la maglia nera in materia di Imu sui capannoni. Nel Veneziano, infatti, si pagheranno le tasse più care di tutta la regione, arrivando al 51% in più del 2012.

AUMENTI PESANTI - La ricognizione eseguita dall'associazione artigiani e piccole imprese non lascia scampo: a Venezia le aliquote sugli immobili strumentali sono le più pesanti, al punto da determinare il versamento del 51% in più rispetto a quanto pagato alla stessa data del 2012. A fare compagnia alla Laguna, in cima alla classifica del Veneto, c'è anche Rovigo, mentre a Padova l'aumento sarà “solo” del 45%. Chi se la passa meglio sono gli imprenditori di Belluno e Vicenza, che pagheranno un'imposta municipale unica sui capannoni aumentata solo di otto punti percentuali. Tradotta in denaro sonante, questa graduatoria significa che, mentre a Venezia in valore assoluto, stimato su una rendita catastale media, si arriva a pagare ben 1.327 euro in più all'anno, a Belluno l'aumento sarà di appena 49 euro, per lo stesso tipo di immobile. Con cifre simili il capoluogo lagunare finisce per essere ben al di sopra della media nazionale, oltre che regionale: negli altri capoluoghi italiani infatti l'aumento si dovrebbe aggirare intorno al 35%, ovvero una spesa di 471 euro, poco più di un terzo di quanto pagheranno i veneziani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imu sui capannoni industriali, Venezia maglia nera della regione

VeneziaToday è in caricamento