rotate-mobile
Cronaca

In bicicletta "al sicuro" sul Naviglio e in parte della Riviera del Brenta

Entro il 2014 sono previste le aperture del nuovo percorso ciclopedonale collegato al Naviglio Brenta e della passerella sul canale Novissimo

La Riviera del Brenta avrà entro il 2014 un nuovo percorso ciclopedonale collegato al Naviglio Brenta e una passerella sul canale Novissimo. L’opera è inserita nel programma triennale delle opere pubbliche 2012-2014 della Provincia di Venezia. L’importo complessivo previsto per i lavori è di circa 633 mila euro. Circa 380 mila euro arriveranno mediante finanziamento del Fondo Europeo Agricolo per lo sviluppo rurale all’interno del Piano Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013, per l’incentivazione delle attività turistiche.

La rimanente somma verrà investita con fondi propri dall’amministrazione provinciale. Il percorso cicloturistico di collegamento segue il tracciato perilagunare lungo il canale Taglio Novissimo, connettendosi a nord con il più noto itinerario lungo il Naviglio Brenta e a sud con la pista ciclabile Lugo\Lova, sua continuazione naturale, già sviluppata lungo la medesima sommità arginale del canale Taglio Novissimo. Sarà inoltre realizzata una passerella ciclopedonale sul canale Taglio Novissimo a Porto Menai all’altezza della strada provinciale 22. In tutto il percorso sarà quindi posizionata una cartellonistica di tipo turistico-informativo.

La presidente con delega alla Viabilità Francesca Zaccariotto: "Questa notizia positiva, all'insegna della mobilità rispettosa dell'ambiente, l’abbiamo comunicata nel corso dell’ultima commissione Lavori pubblici. Ringrazio in particolare i consiglieri provinciali Renato Martin e Guerrino Palmarini nonché l’assessore provinciale Paolino D’Anna per la costante attenzione che hanno avuto nel seguire l’iter del progetto finalizzato a un intervento molto atteso. Devo dire che questi risultati positivi siamo riusciti ad ottenerli grazie a un costruttivo lavoro di squadra, e alle disponibilità a bilancio di risorse finanziarie per la realizzazione di nuove opere come da programma, nonostante i continui tagli dei trasferimenti centrali e il generale clima di incertezza che riguarda il destino dell'Ente".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In bicicletta "al sicuro" sul Naviglio e in parte della Riviera del Brenta

VeneziaToday è in caricamento