In arrivo l'ok per il raddoppio dei pontili Actv sul Canal Grande

Venerdì la Giunta approverà il progetto da quasi due milioni di euro per potenziare sei fermate. Su ognuno ci saranno i tornelli all'ingresso

L'ultimo nulla osta arriverà venerdì, quando il raddoppio dei pontili Actv lungo il Canal Grande e il rio di Cannaregio "sbarcherà" in Giunta per l'ok finale. Il progetto dei sei pontili che verranno potenziati (Rialto, Rialto Mercato, San Stae, San Marcuola, Guglie e Santa Chiara) è stato già approvato da tutti gli organi tecnici competenti. In ognuno ci saranno i tornelli per evitare che i "portoghesi" possano salire a bordo senza biglietto o senza abbonamento. Entro la settimana, dunque, l'approvazione definitiva: è quanto annunciato stamattina dall'assessore comunale alla Mobilità, Ugo Bergamo, nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato anche l’amministratore delegato Avm/Actv, Giovanni Seno, il presidente di Actv, Luca Scalabrin, e l’amministratore unico di Pmv, Antonio Stifanelli.

“Gli accodamenti ai pontili – ha spiegato l'assessore alla Mobilità, Ugo Bergamo – sono una delle maggiori cause di ritardo dei mezzi pubblici. Il raddoppio dei pontili permetterà di ridurre al minimo i ritardi e renderà più sicura la navigazione”. Dopo il passaggio in Giunta, Avm potrà procedere ai bandi di gara per l'assegnazione dei lavori. Per quattro dei sei pontili interessati dal progetto si procederà direttamente alla realizzazione di nuovi approdi definitivi, mentre per Rialto (Palazzo Cavalli) e Ca' d'Oro-San Felice, la Soprintendenza, pur avendo acconsentito ad avviarne la realizzazione, ha ribadito l'incompatibilità dei pontili con i palazzi storici prospicienti: andranno quindi concordate eventuali permute di spazi per gli approdi tra Actv e gondolieri”.

I nuovi pontili saranno tutti dotati di tornelli, rialzati laddove il fenomeno dell'acqua alta lo richieda, e realizzati con materiali più moderni ed efficienti. Anche la cartellonistica sarà ripensata per garantire una maggiore chiarezza nelle indicazioni ed evitare confusione, e quindi rallentamenti, specialmente nei periodi di maggiore traffico turistico. Il costo degli interventi, i cui piani finanziari sono stati già approvati dal Consiglio comunale, è di 600mila euro per Rialto, 350mila per le Guglie, 250mila per San Marcuola e 650mila per San Stae più Rialto Mercato.

“Quando i lavori di sdoppiamento dei pontili saranno completati – ha dichiarato l'amministratore delegato di Avm, Giovanni Seno – si potrà valutare se esisteranno le condizioni per riorganizzare la navigazione Actv in Canal Grande. Una valutazione sulla quale saranno chiamati anche ad esprimersi la Commissione consiliare competente in materia, in prima battuta, e quindi il Consiglio comunale". Non è un mistero che in cantiere ci sia la possibile introduzione della nuova linea ad alta frequenza di Actv, con passaggi cadenzati ogni 6 minuti.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Cav: due anni di canone Telepass gratuito per i residenti di Venezia, Treviso e Padova

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 10 gennaio 2021, le previsioni segno per segno

  • Perché il Veneto rischia seriamente la zona rossa dopo il 15 gennaio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento