menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inaugurato a Venezia anno giudiziario del Tar. "Abbiamo bisogno di nuovi magistrati"

La cerimonia ha avuto luogo mercoledì mattina nel salone di rappresentanza della Prefettura. Presente anche il presidente del consiglio comunale Ermelinda Damiano

È stato inaugurato a Venezia mercoledì mattina l'anno giudiziario del Tar, alla presenza delle autorità locali, nel salone di rappresentanza della Prefettura. Alla presentazione, che ha avuto luogo a partire dalle 10.30, era presente anche il presidente della regione Veneto, Luca Zaia. "La richiesta pressante di un rafforzamento degli organici - ha esordito - è legittima e da me completamente condivisa. Il Tar del Veneto ha saputo fare spending review al suo interno, cosa meritevole che non è accaduta in altre parti d’Italia, ma ora ha bisogno di nuovi Magistrati così come gli altri Tribunali del Veneto. Ne ho parlato con il Ministro Orlando, al quale ho anche detto che il Tribunale di Bassano va riaperto, perché lo consideriamo l’ottavo tribunale del Veneto. Speriamo. La collaborazione tra Tar e Regione è ottima, anche se diamo molto lavoro con 958 pratiche pendenti e 316 nuove, l’80% delle quali, peraltro, finisce per darci ragione

Alla necessità dell’aumento degli organici, Zaia ha unito un altro aspetto che ha definito rilevante per evitare un’inutile sovraccarico di pratiche che intasano gli uffici e allungano inevitabilmente i tempi di risposta. "Mi riferisco - ha speigato - al sempre maggior numero di azioni che vengono avviate per motivi strumentali rispetto agli interessi del ricorrente, molte delle quali appaiono temerarie nel senso giuridico del termine. Occorre - ha poi chiosato - che il legislatore corra ai ripari e introduca una regolamentazione più severa e il rimborso delle spese sostenute a fronte di tali azioni, perché alla fine chi paga è sempre il contribuente, quindi il cittadino, comprese le migliaia e migliaia di imprese per le quali una giustizia amministrativa celere è irrinunciabile".

Anche Ermelinda Damiano, presidente del Consiglio comunale di Venezia è intervenuta all'inaugurazione. Portando i saluti del sindaco Luigi Brugnaro, la presidente ha rivolto un ringraziamento alle autorità e ai magistrati presenti soffermandosi sul complesso ruolo del Tar: “Un compito - ha osservato -  difficile quanto importante  che rappresenta in qualche modo, per chi deve amministrare la res publica, una misura della qualità degli atti, una sorta di guida, quasi un faro, che ognuno di noi, che ha responsabilità di governo, deve apprezzare come una preziosa risorsa che aiuta a non sbagliare rotta. L'Amministrazione comunale, ente più prossimo al cittadino - ha concluso Damiano - guarda con grande rispetto e con grande fiducia al lavoro dei giudici amministrativi, certa che l'impegno da sempre profuso saprà fornire, proprio agli stessi cittadini, a tutti noi, risposte concrete, rapide e giuste".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    L'Rt in Veneto sale a 0,91, le richieste di Zaia oggi al Governo

  • Cronaca

    Altino, le indagini di Ca' Foscari svelano un porto

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento