menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Navi da crociera a Marghera, il ceo di Costa: "Aperti a ogni suggerimento"

Michael Thamm è intervenuto nella querelle sui passaggi delle grandi navi proponendo al sindaco un tavolo "esteso". Oggi a Fincantieri via ai lavori di costruzione del nuovo "colosso"

Se a Porto Marghera si inizia a costruire la più grande imbarcazione della flotta di Costa Crociere, a poca distanza, nel centro storico lagunare, continuano le proteste nei confronti del passaggio delle grandi navi nel canale della Giudecca. Inevitabile che l'onda lunga delle polemiche arrivasse fino alla cerimonia di inizio costruzione della Costa Diadema, la futura ammiraglia della compagnia crocieristica. Michael Thamm, ceo di Costa Crociere, ha lanciato oggi al sindaco di Venezia Orsoni la proposta di un tavolo esteso alle parti in causa per trovare una soluzione. "Per mantenere i benefici economici derivanti dalla crocieristica ed eliminare gli ostacoli che vengono posti", ha dichiarato. Alla domanda se Costa possa prendere in considerazione l'idea di spostare le crociere dalla Stazione Marittima a Marghera, soluzione caldeggiata dal primo cittadino lagunare finché non si troverà una soluzione definitiva, Thamm ha risposto: "Noi siamo aperti a qualunque suggerimento".

In ogni caso la costruzione della nuova ammiraglia "ha un significato positivo per Venezia - ha dichiarato Thamm - Grazie a Costa Diadema, infatti, si consolida la nostra collaborazione con Fincantieri, che dal 2000 ha già portato alla costruzione di 10 nuove navi per un valore totale di quasi 5 miliardi di euro, creando ricchezza e lavoro".

Durante la cerimonia, il primo blocco della nave, del peso di 504 tonnellate, largo 15,7 metri e lungo 29 metri, che costituirà la parte centrale della nave, è stato sollevato da una gru e depositato sul fondo del bacino, dove la nave sarà costruita. I lavori di costruzione e allestimento dureranno fino al 30 ottobre 2014, data prevista di consegna della nave. Il progetto Costa Diadema coinvolgerà complessivamente circa mille addetti diretti del cantiere e altri 2.500 dell'indotto. I benefici per l'occupazione non riguarderanno solo il cantiere ma, soprattutto per l'allestimento degli interni, anche circa 400 imprese esterne, la maggior parte della quali sono italiane.

Costa Crociere ha investito complessivamente circa 550 milioni di euro per la sua nuova ammiraglia. Sarà la più grande nave da crociera battente bandiera italiana: 132.500 tonnellate di stazza, 306 metri di lunghezza, 37,2 di larghezza, 4.947 ospiti totali, 1.253 membri d'equipaggio, 1.854 cabine totali per gli ospiti.
 

GRANDI NAVI: BATTAGLIA IN LAGUNA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento