L'ospedale di Chioggia ha la nuova Oncologia

L'inaugurazione questa mattina. Il nuovo reparto comprende un'area di 427 metri quadrati, 65 dei quali destinati al "day hospital" con vista sulla laguna

La benedizione della nuova Oncologia

Un altro tassello nell’ammodernamento dei servizi sanitari clodiensi. È stato inaugurato oggi, venerdì 2 agosto, il nuovo reparto di Oncologia dell'ospedale di Chioggia. La nuova opera si inserisce all’interno di un piano progettuale più ampio di restauro sanitario, che sta interessando il presidio ospedaliero dal 2012, grazie ad un investimento regionale di 27 milioni di euro. A tagliare il nastro, insieme al direttore generale dell'Ulss 3 Giuseppe Dal Ben, era presente anche l'assessore alla Sanità del Veneto Manuela Lanzarin.

La nuova Oncologia

La nuova Oncologia, ubicata al quarto piano del blocco nord dell'ospedale, comprende un’area di 427 metri quadrati, che si sviluppa in un triplo corpo di fabbrica, con due serie di locali che sono prospicienti verso un corridoio centrale, dove si articola l’attività. Il reparto è suddiviso in spazi accoglienti sia per i pazienti che si recano per i propri trattamenti, che per i familiari che li accompagnano. Il day hospital è organizzato in un’ampia sala con vista laguna di 65 metri quadrati, mentre accanto alla sala delle terapie, c’è una stanza con due posti letto, con bagno dedicato, per il post trattamento. Lo spazio che l’Oncologia lascerà libero al sesto piano sarà invece dedicato ai sette posti letto per la riabilitazione, previsti dalle schede regionali, servizio che sarà adiacente quindi a quello della Medicina Fisica e Riabilitativa.

«Servizi moderni e accoglienti»

«I continui interventi che stiamo sviluppando su questo ospedale - ha evidenziato Dal Ben - e che possiamo realizzare grazie al continuo investimento della Regione Veneto, si traducono poi in nuove inaugurazioni con servizi più moderni e accoglienti per questa cittadinanza e per quanti scelgono, nel periodo estivo, di trascorrere le proprie vacanze nel litorale di Sottomarina e Isola Verde. Ricordiamoci che l’Ospedale di Chioggia è l’unico ospedale “completo” del Veneto che si trova in spiaggia: presenta tutte le sue specialità, con gli anni, anche rinnovate tecnologicamente e strutturalmente, garantendo così una risposta veloce ed efficace».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Reparto all'avanguardia

«Un reparto d’avanguardia - ha detto la Lanzarin - sia per gli aspetti strutturali che per quelli clinici, che costituisce la dimostrazione che in Veneto non lasciamo indietro nessun ospedale, siano essi collocati nelle principali città o sul territorio. Siamo una Regione dove si può davvero dire che ogni cittadino riceve la miglior assistenza possibile, a prescindere dal territorio dove si trova. In questa oncologia troviamo anche il valore aggiunto della qualità dell’accoglienza ai pazienti, uno dei tanti aspetti che rientra nel concetto a noi caro di umanizzazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ragazzo di 25 anni si è sparato e ucciso in una palestra di Marghera

  • L'auto finisce fuori strada: morto 22enne di Noventa di Piave, due feriti gravi

  • "Duri i banchi": origine e significato di questo modo di dire tutto veneziano

  • Il Mose evita l'acqua alta a Venezia. Venerdì previsti altri 130 centimetri

  • Coronavirus, il bollettino di oggi: dati del contagio in Veneto e provincia di Venezia

  • Marea a 135, meteo in peggioramento: le paratoie si alzeranno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento