menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazzetta a San Donà intitolata al maresciallo Candoni: «Un esempio, difese la sicurezza di tutti i cittadini»

Sabato prossimo, 26 gennaio, alle ore 10.30, le autorità civili, i familiari e i carabinieri (in servizio e in congedo) dell’associazione Nazionale Carabinieri inaugureranno la piazzetta intitolata a Eliseo Candoni, maresciallo maggiore comandante della locale stazione carabinieri dal 1972 a1 1985

Sabato prossimo, 26 gennaio, alle ore 10.30, le autorità civili, i familiari e i carabinieri (in servizio e in congedo) dell’associazione Nazionale Carabinieri inaugureranno la piazzetta intitolata a Eliseo Candoni, maresciallo maggiore comandante della locale stazione carabinieri dal 1972 a1 1985.

«Gratitudine e riconoscenza»

La proposta di onorare la figura e il ricordo di Candoni é venuta da una riflessione del già Procuratore della Repubblica di Venezia, Delpino Luigi, che in occasione di una cerimonia tenutasi presso il Comando Compagnia Carabinieri ha messo in rilievo il contributo e la collaborazione avuta dall’allora comandante della Stazione Carabinieri nel periodo in cui egli era Pietore a San Dona di Piave: per l’appunto il maresciallo maggiore Candoni. La sezione di San Donà di Piave dell’Associazione Nazionale Carabinieri, ha condiviso l’auspicio e ha avanzato la formale richiesta all’amministrazione comunale che ne ha immediatamente sposato obiettivi e finalità: «Vogliamo con questo gesto aiutare la città di San Donà di Piave a ricordare concretamente e con gratitudine e riconoscenza il carabiniere che con abnegazione ha difeso la sicurezza dei Sandonatesi, ed inoltre che i carabinieri della locale caserma siano orgogliosi di un loro predecessore che, nei tredici anni passati a San Donà di Piave, dimostra un'eccezionale capacità organizzativa del non facile servizio dei carabinieri in un centro molto popolato e dalla notevole e complessa attività economica e sociale quale era San Donà di Piave. In tutto tale periodo egli costitui il punto di riferimento di tutti i componenti la Stazione per la sua ottima conoscenza della materia penale, ie spiccate doti investigative, l’alto senso del dovere, la notevole professionalita, la massima  riservatezza,  la  totale  affidabilit  e l’assoluta correttezza con cui svolse le sue funzioni. Sottufficiali che sono stati alle sue dipendenze, ancora oggi ricordano che il amresciallo si comportava con tutti i Carabinieri di ogni grado, dei quali era Comandante, come un padre di famiglia. Anche gli stessi Magistrati che svolsero le funzioni di Pretore nel Mandamento ne riconobbero ie altissime doti e la non comune capacità professionale, che consentirono di risolvere nel migliore dei modi le varie indagini a lui affidate».

Speciale annullo postale filatelico

Poste Italiane per rendere omaggio al Maresciallo Candoni, in occasione dell’intitolazione della piazzetta, ha realizzato uno speciale annullo postale filatelico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Attualità

    Albergatori tiepidi sul green pass per le vacanze

  • Cronaca

    Bingo, sale da gioco e Casinò: «Situazione drammatica»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento