menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli abusivi buttati fuori di casa Tornano e provocano l'incendio

Paura l'altra notte in via Aleardi, Polizia e vigili del fuoco sono piombati nel palazzone popolare Ater. Protagonisti del rogo alcuni tunisini

I vicini di casa non hanno dubbi: poteva essere una tragedia. Quindici giorni fa un gruppo di inquilini abusivi è stato buttata fuori da un condominio dell’Ater in via Aleardi a Mestre, l’altra notte gli stessi abusivi sono rientrati in casa ed è scoppiato un incendio. Sono dovuti intervenire vigili del fuoco e carabinieri, per placare gli animi e soprattutto per spegnere le fiamme. Come riporta la stampa locale, si tratta di tunisini già pizzicati a spacciare droga nel centro di Mestre. Di volta in volta pare che occupino uno dei 17 appartamenti che rimangono vuoti, in quel condominio che ne conta un centinaio. 

Quindici giorni fa erano stati buttati fuori dagli agenti della Municipale e i tunisini, in tutta risposta, avevano devastato i sanitari in modo da rendere inagibili gli spazi. Ora la Municipalità di Mestre centro sta pensando di valutare un ordine del giorno specifico: “Gli spacciatori comandano la zona, non è possibile vivere in queste condizioni” mormorano in molti nel quartiere. 

Il primo passo sarebbe appunto quello di allontanare definitivamente gli spacciatori, poi gli alloggi andrebbero restaurati e riassegnati a famiglie in difficoltà. Se la Regione darà il via libera, da Roma potrebbero presto arrivare a Venezia almeno sei milioni per sistemare 150 alloggi popolari. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento