menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendia l'auto e viene arrestato per evasione: nei guai un 28enne

E' successo ad Annone Veneto: per motivi sconosciuti il giovane voleva distruggere la sua Opel, ha provocato un rogo. Ma era ai domiciliari

Ai carabinieri ha raccontato semplicemente di voler rompere la propria auto. Il motivo è sconosciuto, di sicuro ci è riuscito e gli è andata addirittura peggio. Molto peggio. Un ragazzo albanese di 28 anni, nullafacente, sabato mattina ha incendiato la sua Opel Astra e poi è stato pure arrestato per evasione. Come riporta la stampa locale, infatti, il giovane era agli arresti domiciliari per un cumulo di reati.

E’ successo tutto nel centro di Annone Veneto, in via Trento. Il ragazzo è sceso dalla palazzina per scagliarsi contro la propria auto. Uno sfogo di rabbia che l’ha portato incredibilmente ad innescare un incendio. Il fumo ha avvolto la macchina ma è arrivato anche nell’area della palazzina, facendo ovviamente preoccupare più di un residente.

L’allarme è partito subito, sul posto sono piombati vigili del fuoco e carabinieri. L’Opel si è distrutta in pochi minuti, la palazzina è stata evacuata per motivi di sicurezza. Fortunatamente non sono stati registrati né feriti né intossicati. Ma non era finita qui: è bastata chiedere al 28enne i documenti, per capire che non poteva affatto essere fuori di casa. Inevitabile dunque l’arresto per evasione e il nuovo trasferimento al carcere di Pordenone. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento