menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'auto distrutta a Scorzé

L'auto distrutta a Scorzé

Auto incendiate a Scorzé, paura nel parcheggio di un condominio

Le fiamme verso le 10.30 quando il proprietario di una Opel Zafira ha girato la chiave nella toppa. Due veicoli distrutti, altrettanti danneggiati

Il fumo era visibile a grande distanza. Fino dal territorio di Salzano. Momenti di preoccupazione stamattina a Scorzé dove verso le 10.30 una Opel Zafira in sosta nel parcheggio condominiale di palazzo "Moroni", come lo chiamano i residenti, è rimasta vittima delle fiamme. Il complesso, che si sviluppa a L in via Roma, conta una sessantina tra appartamenti e negozi.

A un certo punto il proprietario dell'auto, un signore di mezza età di nazionalità albanese, avrebbe inserito la chiave nella toppa. Nel momento dell'accensione del quadro elettrico, la scintilla fatale. Gli sforzi per cercare di arginare il rogo sono stati vani. Il malcapitato ha comunque avuto la prontezza di spirito di allontanare a mano il veicolo di circa un metro, evitando quindi che le fiamme attecchissero anche sul palazzo, che avrebbe registrato danni molto lievi.

Lo stesso non si può dire della Opel Zafira, completamente distrutta dalla violenza dell'incendio, che poi si è allargato anche a un'Alfa Romeo 147 parcheggiata a fianco. Sul posto tre squadre dei vigili del fuoco: una da Mestre, una da Mirano e una da Mira. Elevata la violenza del rogo, così come il pericolo che le fiamme potessero interessare anche altri veicoli. Le operazioni di soccorso sono durate circa un paio d'ore. Sull'origine dell'incendio si tenderebbe a escludere la pista dolosa. Molto più probabile, infatti, che a causare il disastro sia stato un cortocircuito. Danneggiate dall'incendio anche una Fiat Punto e una Ford Fiesta, in sosta nel posto sbagliato al momento sbagliato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento