rotate-mobile
Cronaca Lido

Si ubriaca e brucia un capannone al Lido, arrestato un 33enne

L'uomo, uno straniero già noto alle forze dell'ordine per alcuni precedenti, è stato fermato dai carabinieri e dai vigili del fuoco intervenuti sul posto

Piromane “scatenato” arrestato domenica dai carabinieri del Lido di Venezia, che, assieme ai vigili del fuoco, sono riusciti ad intervenire prima che il fuoco appiccato dal responsabile distruggesse completamente il capannone bersaglio delle sue “attenzioni”.

DENTRO UN CAPANNONE – L'episodio si è verificato nella serata di domenica, quando i militari dell'Arma della stazione del Lido hanno ricevuto una segnalazione d'incendio in un capannone industriale. I carabinieri sono immediatamente accorsi sul posto, trovando già all'opera i vigili del fuoco, impegnati a combattere le fiamme. All'interno dello stabile, da anni finito in disuso, i militari hanno trovato il responsabile: un 33enne rumeno già noto alle forze dell'ordine per alcuni precedenti penali.

ORGIA DI FIAMME – Lo straniero si era infilato all'interno della vecchia falegnameria abbandonata portandosi dietro tutto il necessario per costruire delle rudimentali torce con cui ha poi cercato di appiccare il fuoco al capannone. Quando i carabinieri hanno fatto irruzione nel vecchio edificio hanno trovato l'uomo completamente ubriaco e ancora intento ad agitare le torce fiammeggianti contro i muri della falegnameria. Il responsabile del trambusto è stato quindi bloccato e arrestato in flagranza di reato. Il capannone fortunatamente non ha subtio danni strutturali di rilievo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si ubriaca e brucia un capannone al Lido, arrestato un 33enne

VeneziaToday è in caricamento