In fiamme un capannone di pellami ad Oriago: si valuta la pista dolosa

L'incendio è scaturito poco prima delle 8 di mercoledì in via Ghebba. Pochi giorni fa una ditta in subaffitto era stata sfrattata: indagini in corso delle forze dell'ordine

Il capannone è stato posto sotto sequestro

Il fumo nero era visibile dalla camionabile, l'odore di bruciato ben percepibile nell'aria. Ad andare in fiamme, nella mattinata di mercoledì, è stato un capannone di un'azienda di pellami di via Ghebba ad Oriago di Mira. Incendio circoscritto grazie all'intervento tempestivo dei vigili del fuoco.

Il giallo

Attorno all'incendio si è venuto a creare un giallo. Il capannone, infatti, è di proprietà di una banca milanese, affittato ad un'azienda della zona che a sua volta aveva subaffittato ad una ditta di pellami cinese, la «Veneta Pellami», che è sfrattata pochi giorni fa. La banca, all'oscuro di questa sublocazione, aveva concesso pochi giorni all'azienda per svuotare i locali del pellame rimasto e il provvedimento di sfratto è stato notificato una decina di giorni fa. I proprietari erano in attesa di concordare con la «Veneta Pellami» un appuntamento per il ritiro della merce ancora depositata all'interno. Ed ecco che mercoledì mattina è scoppiato il rogo. 

Cortocircuito o azione dolosa?

La causa potrebbe essere un cortocircuito, visto che i vigili del fuoco hanno riscontrato una fiammata in corrispondenza di una presa elettrica ma al momento non è esclusa nemmeno un'azione dolosa. Solo l'esito dei rilievi dei vigili del fuoco, che hanno effettuato dei prelievi per cercare tracce di acceleranti, potrà dare una risposta certa. I carabinieri hanno visionato le immagini registrate da una telecamera posteriore che, per quanto riguarda la notte appena trascorsa, non hanno rivelato alcun movimento sospetto. Il materiale contenuto all'interno del capannone, però, è a lenta combustione, perciò dovranno essere analizzati anche i video del giorno precedente all'incendio. Il capannone, intanto, è stato posto sotto sequestro.

L'intervento dei vigili del fuoco

Sono state necessarie 6 squadre di pompieri per mettere in sicurezza la zona e sanare le fiamme, evitando che si estendessero al circondario. Attorno alle 9.15 la situazione era già sotto controllo. Sul posto anche l'intervento del nucleo Radiomobile dei carabinieri di Mestre e dei militari dell'Arma della Tenenza di Mira.

44617849_10217152203547825_702143113270919168_n-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento