menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un fulmine attraverso il tetto, va a fuoco una casa a Punta Sabbioni

Spaventoso episodio sabato sera, quando sono dovuti intervenire vigili del fuoco e protezione civile per evitare gravi conseguenze in via Carso

Vento e pioggia nel corso dell'ultima settimana hanno causato non pochi problemi a tutta la provincia ma, come riporta il Gazzettino, sabato c'è anche chi ha dovuto vedersela con un vero e proprio fulmine balenato attraverso il tetto. È successo a a Punta Sabbioni, intorno alle 20.30, in via Carso, dove una saetta ha centrato in pieno la casa del figlio dell'assessore allo Sport di Cavallino - Treporti, Maurizio Orazio, dando poi vita ad un principio d'incendio al primo piano.

SPAVENTO IN CASA – All'interno dell'abitazione si trovava riunita tutta la famiglia, compresa una bambina di appena due anni, e quando lo schianto del fulmine ha lacerato l'aria la padrona di casa è persino caduta a terra. Poi l'odore di bruciato ha invaso le stanze e, prima ancora di capire cosa fosse successo, tutti si sono lanciati fuori dalla casa, temendo di restare intrappolati dalle fiamme di un possibile incendio. Dall'esterno si poteva notare il fumo scuro uscire dalla finestra dello studio e quindi qualcuno si è fatto coraggio ed è tornato dentro per cercare di circoscrivere il rogo che si stava sviluppando. Fondamentale l'aiuto dei vicini, muniti di estintore e, poi, l'intervento di vigili del fuoco e protezione civile, che hanno evitato che l'intero fabbricato finisse in cenere. Alla fine lo spaventoso episodio si è risolto con qualche danno ad un paio di stanze, ma niente di irreparabile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Veneto sarà quasi di sicuro in area arancione, Zaia: «Oggi l'Rt è a 1,12»

  • Cronaca

    Ordinanza anti alcol a Venezia in vista del weekend

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento