menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto vigili del fuoco

Foto vigili del fuoco

Incendio in appartamento a Venezia, morta una donna

Fiamme al secondo piano di una palazzina dietro a San Simeon Piccolo, a poca distanza dalla stazione. Un'anziana è deceduta, in salvo gli altri inquilini

Un incendio si è sviluppato all'interno di un'abitazione di Venezia, al secondo piano di una palazzina in calle nova San Simon, dietro la chiesa di San Simeon Piccolo. I vigili del fuoco sono intervenuti intorno alle 11 di stamattina, riuscendo a domare le fiamme in poco tempo. Non è bastato, però, per salvare una anziana donna residente nell'alloggio, Santa Agostinetti, di 88 anni: quando i pompieri sono entrati in casa hanno trovato il suo corpo in un bagno adiacente alla camera da letto, ormai senza vita. Si era rifugiata lì probabilmente per cercare riparo dal fuoco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Video di Giuseppe Lo Greco

I soccorsi

L'abitazione interessata è di proprietà comunale e, al momento dell'incendio, c'erano all'interno cinque persone. Tutte in salvo le altre quattro, ovvero altre tre anziane e una donna più giovane, assistente sociale. Altri due sono stati portati all'ospedale in condizioni non gravi: un giovane passante, leggermente intossicato, il quale avrebbe tentato di aiutare i residenti; e uno dei pompieri con un'ustione al braccio. Presenti anche le pattuglie della polizia locale.

Appartamento condiviso

Le fiamme sarebbero partite proprio dalla stanza in cui si trovava la donna poi deceduta. Ancora da stabilire le cause dell'incendio, che ha completamente distrutto l'alloggio condiviso dalle quattro anziane. Il Comune forniva loro un servizio di pulizia al mattino e le donne provvedevano a pagarsi una badante per il resto della giornata. Si tratta di signore tutte autosufficienti coinvolte in un progetto lanciato alcuni anni fa dal Comune proprio nell'ottica di garantire loro, per quanto possibile, l'autonomia. La vittima viveva in quella casa, che era un lascito di un veneziano che l'aveva donata al Comune chiedendo che venisse utilizzata per ospitare persone anziane, da fine 2017, dopo lo sfratto nella precedente abitazione a Venezia. Lascia due figli, uno dei quali vive in America e l'altro a Venezia, con il quale però da anni non aveva rapporti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento