menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Occhio Jesolano

Foto Occhio Jesolano

A fuoco due casoni nella notte a distanza di ore, sospetto dolo

Interventi in serie dei vigili del fuoco in corrispondenza del ponte di Cavallino-Treporti. Prima verso l'una e poi verso le 4 di domenica

Due incendi ravvicinati e a distanza di poche decine di metri l'uno dall'altro. Difficile possa trattarsi di un caso, ma le indagini sono appena all'inizio. Fatto sta che nella notte tra domenica e lunedì due casoni che ospitavano delle bilance da pesca, una particolare tipologia di rete utilizzata soprattutto in fiumi e foci, dove il fondale non è troppo basso e la corrente è perlopiù tranquilla.

Il primo allarme è scattato un quarto d'ora dopo l'una, con i vigili del fuoco che non potevano sapere che di lì a qualche ora sarebbero dovuti tornare sulla "Jesolana" una seconda volta. Sempre per lo stesso motivo. Qualcuno, se il dolo venisse acclarato, quando i soccorsi se n'era andati, verso le 4 è tornato sul posto causando il secondo rogo ai danni di un altro casone con bilancia poco distante da quello che già appariva gravemente danneggiato, specie in fatto di attrezzatura.

Sul posto, a destra e a sinistra del ponte di Cavallino-Treporti, oltre ai pompieri anche gli agenti del commissariato di Jesolo e della capitaneria di porto, che intendono far luce sulla possibile doppia incursione notturna di qualche malintenzionato. I sopralluoghi continuano per stabilire una volta per tutte se si sia trattato di un doppio incidente o se il tutto sia invece stato il frutto di qualche mano "poco gentile". I danni sono molto ingenti, nell'ordine di decine di migliaia di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento