menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Eraclea, la canna fumaria si surriscalda e il tetto va in fiamme

Il rogo alle 14e45 sulla copertura di una casa singola in via Braida, località Stretti. L'incendio ha distrutto un area del tetto di 80 metri quadri, ma non ha intaccato le travi portanti

ATTENZIONE: via al link seguente per gli aggiornamenti riguardanti l'incendio in via Martiri della Libertà a Mestre del 28 febbraio 2012.

 

Il grande freddo ci ha messo lo zampino. La canna fumaria di una casa singola in via Braida a Eraclea, in località Stretti, si è surriscaldata troppo e il calore emanato ha incendiato le travi in legno del soffitto del soggiorno che si trovavano molto vicine. Le fiamme sono divampate in un attimo, favorite anche dal vento. Alle 14.45 la chiamata ai vigili del fuoco di San Donà, che si sono portati sul posto con due autobotti.

Il rogo ha distrutto completamente un'area del tetto dell'abitazione di 80 metri quadri, ma ha risparmiato le strutture portanti. Ridotte in cenere le travature trasversali, le perline di copertura e il polistirolo che fungeva da isolante. Le fiamme hanno interessato la parte "giorno" dell'edificio, la parte "notte" e la cucina sono rimaste integre. La famiglia, residente da anni nel paese, ha comunque predisposto una copertura provvisoria della zona incendiata. Per avere ragione delle fiamme sono state necessarie quattro squadre dei pompieri: due di San Donà di Piave, una di Jesolo e una di Mestre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento