menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto facebook - occhio jesolano

Foto facebook - occhio jesolano

La Porsche si incendia nella notte a Jesolo, arrivano i vigili del fuoco

Ancora un'auto in fiamme, è quella del presidente di Jesolo Turismo: la segnalazione prima dell'alba di martedì, si valuta la possibilità del gesto doloso

Auto in fiamme, il fuoco illumina nuovamente l'oscurità. Un incendio si è sviluppato nella notte tra lunedì e martedì a Jesolo paese, coinvolgendo una Porsche Cayenne a diesel in sosta e una Fiat Punto parcheggiata accanto. L'allarme è scattato alle 3.15, quando il rogo è stato avvistato al secondo vicolo di via Sant'Antonio, in pieno centro e a poca distanza dal municipio della città.

Sul posto si sono portate le squadre dei vigili del fuoco, che hanno velocemente avuto ragione delle fiamme. Fortunatamente nessuna persona è stata coinvolta, ma entrambi i veicoli raggiunti dal rogo sono andati completamente distrutti. La Porsche è di proprietà di Luca Boccato, presidente di Jesolo Turismo. L'episodio non può che destare preoccupazione: soltanto la sera prima un veicolo si era incendiato a San Donà, danneggiando anche un'auto parcheggiata vicino, ed è solo l'ultimo dei numerosi casi registrati soprattutto nelle località balneari veneziane e nel Veneto orientale.

Ai pompieri spetta comunque una perizia sul veicolo per stabilire da quale punto siano scaturite le fiamme. Su questo come su altri casi sono state avviate le indagini dei carabinieri, che dovranno appurare se si tratti di incendio doloso o colposo. La procedura normalmente prevede il sequestro dei mezzi: dopodiché bisognerà verificare se siano presenti tracce di acceleranti, nel qual caso il rogo potrebbe non essere stato causato da un cortocircuito, bensì da qualche mano malintenzionata. Sull'episodio ha rilasciato un commento il Davide Zoggia, parlamentare Pd: "Esprimo la mia piena e incondizionata solidarietà a Luca Boccato, cui hanno incendiato nella notte l'auto. Spero che le indagini delle forze dell'ordine riescano al più presto a chiarire le cause di questa vicenda e facciano luce sugli autori di questo ignobile gesto, restituendo serenità a lui e alla sua famiglia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Veneto sarà quasi di sicuro in area arancione, Zaia: «Oggi l'Rt è a 1,12»

  • Cronaca

    Ordinanza anti alcol a Venezia in vista del weekend

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento