menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marghera, incendio alla centrale Enel "Giuseppe Volpi", ora sotto controllo

Le fiamme si sarebbero sviluppate stamattina in seguito al malfunzionamento di un interruttore della stazione elettrica, in un'area esterna all'isola produttiva, i danni sono modesti

Periodo "infuocato", nel senso letterale del termine, per la municipalità di Marghera. Dopo gli sforzi profusi ieri per spegnere le fiamme levatesi in via Murialdo, dal laboratorio di cosmesi e profumi di proprietà della Lormin, pare si sia sviluppato oggi, verso le 7.45 di questa mattina, un principio di incendio ad un interruttore della stazione elettrica della centrale Enel Giuseppe Volpi.

A darne comunicazione è l'Ente Nazionale per l'Energia ELettrica stesso, correggendo la notizia secondo la quale l'incendio si sarebbe sviluppato presso una delle cabine di trasformazione della Centrale Enel di Fusina, diffusa attraverso un comunicato stampa del comune di Venezia, in seguito ad una segnalazione della centrale operativa della polizia municipale e della protezione civile veneziana.

Le fiamme avrebbero coinvolto un'area esterna all'isola produttiva, e sarebbero state provocate dal malfunzionamento dell'interruttore. Nessuna conseguenza, pare, per persone o ambiente. Il personale della centrale ha immediatamente messo in atto tutte le iniziative idonee a circoscrivere l'incendio, aiutato dal personale dei vigili del fuoco, prontamente allertato e giunto sul posto. La situazione è stata ora posta sotto controllo e sono attualmente in corso tutti i controlli e i monitoraggi del caso. L'evento ha avuto conseguenze assai modeste.

Il sito internet del comune di Venezia ha attivato, comunque, su richiesta della protezione civile, il “codice verde”, primo livello della comunicazione d’emergenza.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento