menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prima lo scoppio poi l'incendio: mototopo in fiamme alla Giudecca nella notte

Decine di telefonate poco dopo la mezzanotte tra mercoledì e giovedì ai pompieri. Sarebbe stato visto un barchino allontanarsi subito dopo che il rogo è divampato al Pontelungo

I residenti hanno udito un forte scoppio, dopodiché le fiamme sono state visibili anche al Lido. Decine di telefonate alla centrale operativa dei vigili del fuoco poco dopo la mezzanotte tra mercoledì e giovedì per un improvviso incendio che ha distrutto un mototopo di una nota compagnia di trasporto merci che si trovava più o meno all'altezza del pontelungo della Giudecca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto si sono portate due squadre dei pompieri di Venezia, oltre che un'unità della sezione Marittima. I pompieri hanno aggredito le fiamme da "terra" e da "acqua", finché il rogo non è stato domato. In tanti si sono chiesti cosa stesse accadendo e il motivo di quel bagliore successivo allo scoppio. Al vaglio anche alcune testimonianze che parlerebbero della possibile presenza di un barchino con 3 o 4 persone che proprio nel momento in cui è divampato il rogo si stavano allontanando dalla Giudecca. Secondo gli accertamenti della questura, ad ogni modo, le cause che hanno generato le fiamme parrebbero del tutto accidentali.

Sul posto mezzi della polizia, dei carabinieri e della polizia locale. E' possibile che l'incendio possa avere avuto una matrice dolosa.

Schermata 2017-10-26 alle 10.26.15-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento