menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Notte di fuoco a Ca' Roman, dopo l'incendio scatta la paura eternit

Un rogo nella notte tra giovedì e venerdì ha distrutto alcune strutture di un ex camposcuola. Pompieri al lavoro per ore. Indagini dei carabiniei

Notte di fuoco a Ca' Roman. Per fortuna senza intaccare l'oasi naturalistica meta di migliaia di appassionati durante la bella stagione. Le fiamme, però, non hanno mancato di allarmare quanti alle 4.30 di venerdì mattina erano già svegli. Pescatori per lo più. La notizia si è sparsa velocemente tra i pescherecci che a quell'ora si trovavano in zona: le fiamme si alzavano alte verso il cielo distruggendo alcune baracche in legno ormai in disuso che si trovavano all'interno di un'area che un tempo veniva sfruttata per i campiscuola dei ragazzi da parte di una comunità ecclesiastica.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno lavorato per circa tre ore per riportare la situazione alla normalità. Il rogo è stato messo in sicurezza in meno tempo, poi però è stato necessario assicurarsi che nessuna brace potesse continuare a covare sotto la cenere. Innescando quindi un secondo round delle fiamme. I carabinieri della compagnia di Chioggia stanno effettuando dei rilievi, anche sulla base di una futura relazione tecnica dei pompieri, per cercare di capire quale sia stata la causa scatenante che ha portato poi all'incendio.

La velocità con cui le fiamme si sono propagate, infatti, desta qualche dubbio. Un ulteriore motivo di preoccupazione, anche se viene minimizzato dai soccorritori, è che nell'area dove è divampato il rogo era presente anche dell'eternit. Saranno effettuate analisi per accertare che non ci siano rischi per l'ambiente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento