menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Navi da crociera finiscono nel mirino: tre inchieste aperte dalla Procura

I magistrati stanno indagando sull'inquinamento atmosferico causato dalle grandi navi, sul danneggiamento delle rive e sullo stop ai "giganti" oltre 40mila tonnellate in laguna

Sono tre le inchieste aperte sul tema (spinoso) delle grandi navi in laguna. In Procura dopo un vertice tra i magistrati che si occupano della questione con il procuratore aggiunto Carlo Mastelloni, come riporta il Corriere del Veneto, si sono definite le prossime mosse. Gli inquirenti si stanno muovendo in tre direzioni diverse, sulla base di altrettanti esposti presentati dai comitati ambientalisti e dal Codacons: la prima è l'inquinamento atmosferico che causano questi giganti del mare. Sono compatibili con Venezia?

Il loro numero di certo è aumentato, quindi l'intenzione è di "aggiornare" l'inchiesta portata a termine cinque anni fa sulle fonti inquinanti veneziane sulla base di nuovi parametri. Per questo la Procura ha chiesto al Porto il numero esatto di imbarcazioni che negli ultimi 48 mesi sono approdate in Marittima. In precedenza le indagini erano state archiviate con la conclusione che erano anche altre (e note) le fonti inquinanti sul territorio veneziano. In primis la tangenziale di Mestre e Porto Marghera. Ora si intende valutare se gli equilibri siano cambiati. L'archiviazione si era basata su uno studio commissionato dall'Autorità portuale.

Il secondo filone di indagini riguarda il deterioramento delle rive causato dal passaggio delle grandi navi. Cinque anni fa il pubblico ministero Giorgio Gava, che si sta occupando di tutte e tre le tematiche sul tappeto, si era già interessato del problema, concludendo che non ci potesse essere "dolo" nel danneggiamento delle rive.

Il magistrato sta indagando anche sulla base di un esposto del Codacons secondo cui non verrebbe attuato il decreto Clini-Passera, in cui si prevedeva lo stop al passaggio delle grandi navi superiori a 40mila tonnellate nel momento in cui si sarebbe individuata un'alternativa. Alternativa che però tarda ad arrivare.

 

GRANDI NAVI: BATTAGLIA IN LAGUNA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento