Incidente nautico a Jesolo, indagato il marito della vittima

Aperta un'inchiesta per omicidio colposo. Mercoledì mattina l'uomo sarà sentito

Foto dei vigili del fuoco

La procura di Venezia ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo e indagato il marito della 42enne svizzera che lunedì pomeriggio è morta in un incidente nautico a Jesolo. L'uomo giovedì mattina sarà sentito dal pubblico ministero e dalla polizia municipale per raccontare gli attimi precedenti alla tragedia, che si è consumata durante una vacanza. 

Il ponte

La famiglia, insieme ai due figli, aveva noleggiato un'houseboat ed era partita da Casale sul Sile alcuni giorni prima. Lunedì pomeriggio stava attraversando Jesolo Paese lungo il Sile. Al centro ci sono due ponti levatoi, gestiti da Jesolo Patrimonio e che vengono alzati in fasce orarie prestabilite per consentire il passaggio delle barche. 

La ricostruzione

Il primo ponte l'houseboat lo ha superato regolarmente. Mentre il dipendente di Jesolo Patrimonio andava ad aprire il secondo, la barca gli è finita addosso, forse trascinata dalla corrente. La 42enne ha cercato di bloccarla, visto che si era girata sul fianco, e ha appoggiato le mani sul ponte ma è rimasta schiacciata morendo sul colpo. Per adesso non è stato ancora stabilito se qualcos'altro oltre alla corrente abbia contribuito allo schianto dell'houseboat, per la quale non serve la patente nautica. La procura di Venezia potrebbe decidere di disporre una perizia sull'imbarcazione nelle prossime settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento