Incidente alla Eco-ricicli di Fusina, operaio si frattura una gamba

L'operaio, appartenente all'azienda che si occupa della manutenzione, sarebbe caduto nel nastro di scarico del macchinario che apre i sacchetti contenenti plastica e lattine per un'incomprensione con un collega

Incidente all'impianto Eco-ricicli di Fusina questa mattina. Intorno alle 9.30, un operaio della ditta Emmenne di Malcontenta, incaricata della manutenzione, stava lavorando dentro la macchina che apre i sacchetti che contengono vetro, plastica e lattine. Come da procedura, l’impianto era stato fermato e consegnato alla ditta. Da una prima ricostruzione, spiegano da Veritas, sembra che il secondo operaio della ditta, di presidio al quadro comandi, non abbia correttamente interpretato quanto comunicato via radio dal collega che stava operando all’interno del macchinario. Era convinto, infatti, che il collega gli avesse dato il via libera, quindi aveva riavviato la macchina. L’operaio che si trovava dentro la macchina è quindi caduto nel nastro di carico fratturandosi, a quanto sembra, la gamba destra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'intervento di 118 e vigili del fuoco

Il personale di Eco-ricicli ha avvisato il 118, che a sua volta ha fatto intervenire i vigili del fuoco. Per agevolare le operazioni e il recupero dell’infortunato (comunque sempre rimasto cosciente), gli operai hanno smontato parte del macchinario. Nel corso delle operazioni di recupero e messa in sicurezza, durate circa 40 minuti, Eco-ricicli ha sospeso tutti gli accessi all’area e l’attività degli impianti. Attualmente il macchinario dove si è registrato l’infortunio non risulta sotto sequestro o bloccato e ha già ripreso a funzionare. «Eco-ricicli - scrive Veritas in nota - ribadisce la propria estraneità e quella dei propri dipendenti rispetto a quando accaduto e porge auguri di pronta guarigione all’operaio infortunato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

  • Tutte le Municipalità al centrodestra tranne Venezia: chi sono i nuovi presidenti

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento