menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caos in A4: prima si ribalta un camion, poi tamponamento tra tir. Un ferito grave

Un mezzo pesante si è ribaltato alle 6.30 di mercoledì mattina. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la polstrada e il Coa di Udine. Poi il secondo incidente. Lunghe code

Due incidenti, di cui uno con conseguenze gravi per un camionista, e l'autostrada viene scaraventata nel caos nel tratto tra Latisana e Portogruaro. Che sarebbe stata una mattinata difficile per gli automobilisti lo si è capito verso le 6, quando un tir si è ribaltato e l'autostrada è stata chiusa per il recupero del carico, finito in mezzo alla carreggiata. Lo schianto all'altezza del ponte sul Tagliamento dell'autostrada A4 in direzione Venezia: il conducente di un mezzo pesante con targa slovacca ha perso il controllo e, per cause ancora al vaglio della polizia stradale, ha impattato contro il guard-rail finendo in parte fuori strada. Sul posto le forze dell'ordine, poi, un'ora più tardi, l'intervento anche dei vigili del fuoco di Mestre non solo per liberare la carreggiata, ma anche per lenire le conseguenze di una copiosa perdita di gasolio dal serbatoio del camion.

Fortunatamente il conducente non ha riportato lesioni, ma in poco tempo si è formata una lunga coda. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, sono giunti anche gli agenti della polstrada e del Coa di Udine. Gli ausiliari di Autovie Venete hanno lavorato a lungo per recuperare il carico di bobine di cellophane fuoriuscito dal mezzo. L'autostrada è stata chiusa e, in direzione Venezia, l'uscita obbligatoria è divenuta Latisana. Poi l'apertura di una corsia, ma inevitabilmente si è viaggiato molto a rilento. Alle 9.30 circa è stato riaperto il tratto Latisana-Portogruaro mentre è rimasta la chiusura della corsia di marcia in prossimità del cantiere che è stato attivato per consentire il recupero del mezzo pesante e del materiale perso. La coda ha raggiunto in mattinata i 10 chilometri, ma la situazione è destinata a peggiorare a causa di un secondo schianto, stavolta con preoccupanti conseguenze per uno dei due camionisti coinvolti.

Il tratto tra Latisana e Portogruaro della Trieste-Venezia è uno dei tragitti con maggior transito, motivo per cui in poco tempo si è verificato l'intasamento. Il primo incidente è avvenuto all'approssimarsi dell'ora di punta, quando molte persione si mettono in macchina per raggiungere il luogo di lavoro. Problemi pure per la viabilità secondaria tra Latisana e San Michele al Tagliamento.

Come detto, la situazione si è fatta ancora più critica a causa di un secondo incidente accaduto verso le 10.20. Si tratta di un tamponamento tra due mezzi pesanti. Il tratto in questione è stato nuovamente chiuso. Sul posto è intervenuto l’elisoccorso del 118 per trasportare d'urgenza all'ospedale di Udine il camionista "tamponante", rimasto incastrato nell’abitacolo del tir. Alle 11 tra San Giorgio di Nogaro e Latisana la coda era di circa tre chilometri, pertanto Autovie Venete consiglia l’uscita s San Giorgio di Nogaro ai veicoli provenienti da Trieste. Chiusa l’entrata in A4 di Latisana in direzione Venezia. L'incidente per pochi chilometri è avvenuto all'interno del territorio veneziano. Alle 12 il traffico bloccato all’interno del tratto chiuso impegnava circa sei chilometri di autostrada, l'autostrada è stata riaperta al traffico poco dopo le 12.30. Prima spostati nell’area di servizio più vicina al luogo del sinistro, i mezzi incidentati sono stati trasportati fuori dall’autostrada non appena la circolazione è tornata alla normalità. Ancora in corso i sopralluoghi per stabilire gli interventi di ripristino delle barriere e per verificare le condizioni del manto stradale.

I SOCCORSI DURANTE IL SECONDO INCIDENTE

incidente in a4 2-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento