menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colpito alla testa da un supporto di alcuni chili al Porto, lavoratore finisce all'ospedale

L'inconveniente nel pomeriggio di sabato in bacino del Commercio. Un 46enne marocchino residente a Mirano è stato trasportato in ambulanza all'Angelo. Sul posto lo Spisal

Ha raggiunto il pronto soccorso dell'ospedale dell'Angelo di Mestre a causa di un pesante trauma cranico riportato per un incidente sul lavoro. Preoccupazione poco prima delle 16 di sabato al terminal intermodale del Porto a Marghera, in corrispondenza del bacino del Commercio, per un inconveniente che ha coinvolto un operatore di 46 anni di nazionalità marocchina residente a Mirano. Per cause ancora al vaglio dello Spisal dell'Ulss 3 Serenissima, sarebbe stato raggiunto da un supporto di alcuni chili al capo dopo che quest'ultimo si sarebbe staccato dall'alto.

L'infortunio, secondo fonti sindacali, nel momento in cui l'operaio era intento a sganciare alcuni container per il loro successivo stoccaggio. A quel punto un grosso supporto dal peso di circa 3 chili e mezzo che serve per tenere posizionati in ordine i container è caduto colpendo lo sventurato alla testa. Nonostante indossasse il casco protettivo, ha iniziato a perdere diverso sangue. Durante i soccorsi si è mantenuto comunque sempre cosciente.

Gli accertamenti sabato pomeriggio erano ancora in corso. Immediato l'allarme lanciato al 118, che è intervenuto con un'ambulanza della Croce Verde in servizio nella zona del Porto. I sanitari hanno soccorso il ferito e l'hanno trasportato al pronto soccorso, raggiunto in codice giallo. Il paziente non sarebbe quindi in pericolo di vita. Ma solo i successivi accertamenti potranno far luce sulle sue effettive condizioni. Nelle ore successive all'arrivo nel nosocomio si trovava in area rossa, alle prese con ulteriori esami.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento