menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venezia: colto da malore mentre lavora in basilica, muore poche ore dopo

Tragedia sul lavoro: Giambattista Miani, 36enne, sarebbe stato colpito da emorragia cerebrale. Sul posto operatori del 118 e Spisal

Un malore fatale e poi la caduta, mentre è impegnato in operazioni di restauro all'interno della basilica di San Marco. Un veneziano di 36 anni, Giambattista Miani, sarebbe stato colto da emorragia cerebrale giovedì mattina, intorno a mezzogiorno, finendo a terra privo di sensi: sul posto è stato fatto intervenire d'urgenza il personale del Suem 118, dopodiché l'uomo è stato trasportato all'ospedale dell'Angelo di Mestre.

Le sue condizioni sono apparse fin da subito molto serie, finché, il giorno successivo, è stato dichiarato clinicamente morto. Sul luogo dell'incidente si sono portati anche gli operatori dello Spisal, che hanno avviato le indagini per accertare le cause dell'infortunio. Oltretutto risulta difficile stabilire quanto tempo è passato dal momento del malore a quello dei soccorsi, perché con lui in quel momento non c’era nessuno: pare sia stato visto all'opera intorno alle 11, quindi il malore fatale potrebbe essersi manifestato tra le 11.15 e mezzogiorno quando, non vedendolo arrivare, i colleghi sono andato a cercarlo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento