menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto vigili del fuoco

Foto vigili del fuoco

Tragico incidente nautico in laguna nella notte: due morti

Lo scontro alle 23.40 nel canale di San Nicolò. Vittime due pescatori veneziani. Nell'altra barca quattro giovani tra i 20 e i 25 anni, stanno bene. Accertamenti della guardia costiera

Due vittime e quattro persone lievementeferite. È questo il bilancio di un grave incidente nautico avvenuto venerdì sera in laguna. Intorno alle 23.40 due barche si sono scontrate a Sant'Andrea - San Nicoletto del Lido. L'impatto è stato violento, tanto che per due persone non c'è stato niente da fare. Si tratta di due pescatori veneziani, Renzo Rossi (59 anni) e Natalino Gavagnin (63), il primo di professione tassista. Altre quattro persone, invece, tutti giovani sui 25 anni, sono state accompagnate al pronto soccorso. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i militari della capitaneria di porto che stanno ricostruendo la dinamica dello schianto. La procura ha aperto un'inchiesta.

Barchino travolto

Stando ai primi accertamenti della guardia costiera, sembra che l'unità con le due vittime a bordo fosse ferma. La seconda imbarcazione, un motoscafo in navigazione, non sarebbe riuscita a evitare l'altra e l'avrebbe investita in pieno. I primi a soccorrere le persone coinvolte sarebbero stati degli altri pescatori di passaggio nelle vicinanze. Rossi, gravemente ferito, è stato recuperato e trasportato in ambulanza in direzione dell'ospedale di Venezia, ma non ce l'ha fatta. È deceduto prima di giungere a destinazione. Gavagnin invece è risultato disperso per oltre un'ora. E' stato individuato solo all'una e mezza nella zona della darsena marina di Sant'Elena, privo di vita. I ragazzi dell'altra barca non avrebbero riportato gravi conseguenze. Sono stati dimessi dall'ospedale nelle ore successive.

Indagini

Pare che il motoscafo con i giovani a bordo stesse viaggiando ad alta velocità. Gli occupanti, due ragazzi e due ragazze, sono giovani veneziani, tutti medicati per lievi escoriazioni e poi dimessi. Sarebbero risultati negativi all'alcoltest. Eventuali responsabilità sono in fase di accertamento. I residenti, oggi come nei mesi scorsi, ribadiscono gli appelli a maggiori controlli per garantire la sicurezza in laguna, specialmente nei confronti di chi naviga a velocità elevata.

Cordoglio del sindaco

Il primo cittadino di Venezia, Luigi Brugnaro, si è espresso così sull'accaduto: «A nome mio, della città di Venezia e di tutta la Città metropolitana esprimo alle famiglie delle due vittime dell'incidente di questa notte, il più sincero cordoglio. Ai feriti arrivi l'augurio di pronta guarigione. Gli inquirenti accertino le responsabilità di quanto accaduto, a noi, oggi, non resta che un pensiero commosso nella speranza che quanto successo non abbia più a ripetersi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Zaia: «Da venerdì c'è il rischio per il Veneto di passare in zona arancione»

  • Cronaca

    Il nuovo Dpcm: che cosa cambia fino a Pasqua

  • Politica

    Musei civici, giovedì riapre l'area marciana. Scontro in Commissione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento