Tamponamento tra camion in autostrada, carico sull'asfalto: 6 chilometri di coda

È successo venerdì pomeriggio lungo la A4 al chilometro 441, tra San Stino e Portogruaro, in direzione Trieste. Pali in metallo sulla strada, corsia di sorpasso chiusa

Immagine d'archivio

Un doppio incidente si è verificato nel pomeriggio di venerdì lungo l'autostrada A4 in direzione Trieste, in territorio veneziano, nel tratto fra San Stino di Livenza e Portogruaro. Il primo schianto, un tamponamento, è avvenuto tra due tir e ha avuto conseguenze piuttosto pesanti per la viabilità: parte del carico di uno dei mezzi, costituito da pali metallici, è finito rovesciato sull'asfalto, bloccando il passaggio ai veicoli in transito. L'incidente all'altezza del chilometro 441.

Sul posto sono intervenuti i mezzi della polizia stradale, subito al lavoro per mettere l'area in sicurezza e ridirezionare il traffico. La corsia di sorpasso è chiusa per il tempo necessario a ripulire, mentre il traffico è stato necessariamente rallentato. Alle 18 la coda era di circa 6 chilometri, ma altri incolonnamenti si sono formati già all'altezza di Meolo. Un secondo incidente tra due vetture nella stessa direzione, invece, non ha fatto registrare particolari conseguenze. Non risultano feriti.

Poche ore prima un altro scontro in autostrada, stavolta all'altezza di Meolo: in quel caso sono stati 5 i feriti coinvolti e trasportati a Mestre e San Donà. L'incidente all'altezza del chilometro 412 in direzione Milano. Sul posto almeno due ambulanze con in più i vigili del fuoco e la polstrada. Tra i coinvolti anche due giovani donne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: altri due al Civile di Venezia. Aggiornamenti

  • Coronavirus: l'ordinanza per i Comuni colpiti del Veneto

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Coronavirus: quali sono i sintomi e come comportarsi in caso di contagio

  • Coronavirus, attenzione al massimo in Veneto. Zaia: «Pronti a misure drastiche»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento