menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E' morto Alessandro Pedrazzi, il ciclista caduto a San Liberale

Si cercano testimoni dell'incidente di giovedì. Il 38enne di Favaro Veneto potrebbe essere caduto da solo o essere rimasto vittima di un pirata

Non ce l'ha fatta Alessandro Pedrazzi, il 38enne di Favaro Veneto trovato giovedì pomeriggio in gravi condizioni riverso sull'asfalto dopo una caduta in bicicletta. Il malcapitato, che lascia una moglie e una figlia piccola, è deceduto verso le 4.30 del mattino a causa delle gravi ferite riportate. Fin da subito i sanitari accorsi a San Liberale, in viale Don Sturzo, avevano capito che il quadro clinico era molto difficile. L'uomo, infatti, era privo di sensi. E' stato intubato e trasportato d'urgenza in ambulanza all'ospedale Dell'Angelo di Mestre. Nonostante gli sforzi dei sanitari, però, non c'è stato nulla da fare. Giallo sulle cause che hanno fatto cadere a terra la vittima. Potrebbe essere rimasto vittima di un pirata della strada.

L'allarme è stato lanciato pochi minuti prima delle 18 da un'automobilista che proveniva dal senso di marcia opposto rispetto a quello della vittima, che pedalava in direzione di Quarto d'Altino. L'uomo è stato trovato riverso a terra vicino alla propria bicicletta da corsa. Difficile per gli agenti della polizia municipale intervenuti sul posto ricostruire l'accaduto. La bicicletta, infatti, non riporterebbe segni di eventuali urti con altri veicoli.

In più testimoni oculari della scena non ce ne sarebbero. A parlare solo chi, come l'automobilista che ha lanciato l'allarme, è arrivato a cose fatte. Ci si potrebbe quindi trovare di fronte a un caso di pirata della strada o di tragico incidente, avvenuto dopo che il ciclista aveva superato la prima curva a sinistra dopo il centro. È possibile anche che il malcapitato abbia perso l'equilibrio perché sfiorato da qualche veicolo, non accortosi di nulla. Di certo le indagini continuano, ma sono molto difficili. La stessa polizia locale di Marcon invita eventuali testimoni a chiamare lo 041 5997125 - 2747070.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento