menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Collassa mentre pedala in bicicletta a Mestre poi sbatte la testa, anziano ciclista grave

Un 89enne residente in una laterale di via Miranese venerdì mattina è caduto in via Calucci a causa di un malore, cozzando poi il capo sull'asfalto. E' ricoverato in prognosi riservata

Collassa all'improvviso per poi sbattere la testa. Un anziano venerdì mattina è stato ricoverato in prognosi riservata all'ospedale Dell'Angelo di Mestre dopo essere caduto in bicicletta e aver cozzato il capo sull'asfalto. Le sue condizioni sarebbero gravi, tant'è vero che i medici per ora non se la sentono di sciogliere la prognosi. L'89enne, G.A., avrebbe perso l'equilibrio a causa di una probabile ischemia cerebrale che l'avrebbe colpito mentre stava pedalando in via Calucci, in direzione della Gazzera.

A quanto pare l'anziano era appena uscito dalla sua abitazione poco distante (situata in una laterale di via Miranese) quando, davanti ad alcuni testimoni, è caduto a peso morto sull'asfalto. Fin da subito si è capito che la situazione era molto preoccupante. I presenti verso le 11 hanno allertato il 118, chiedendo aiuto. Sul posto è stata inviata un'ambulanza, il cui equipaggio ha stabilizzato il ferito e l'ha caricato a bordo, trasportandolo poi all'ospedale dell'Angelo.

I successivi accertamenti hanno dimostrato che l'incidente sarebbe stato conseguente a un malore. Servirà del tempo per capire l'evoluzione del quadro clinico, anche a causa del trauma cranico riportato durante la caduta. Sul posto per ricostruire la dinamica dell'accaduto gli agenti del reparto motorizzato della polizia municipale, che hanno escluso la possibilità che l'89enne fosse stato urtato da qualche veicolo prima della caduta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento