menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Autovie Venete

Foto Autovie Venete

Incidente tra mezzi pesanti, caos in A4 a Portogruaro: un morto e un ferito

L'incidente verso le 16.30 di lunedì all'altezza del chilometro 448. Coinvolti tre camion. L'autostrada è stata chiusa. Carico di mais sull'asfalto. Lunghe code. Poi un altro schianto

Inferno in autostrada lunedì pomeriggio nelle vicinanze di Portogruaro, in entrambe le direzioni di marcia. Per cause ancora al vaglio della polizia stradale, tre mezzi pesanti sono rimasti coinvolti in un incidente stradale all'altezza del chilometro 448 dell'A4, in direzione Venezia. Si è trattato di un maxi tamponamento. Purtroppo nello schianto una persona ha perso la vita (G.P., 58 anni residente e dipendente di una ditta di trasporti di Teramo) mentre un ferito si trova in gravi condizioni all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dopo essere stato trasportato in elicottero in codice rosso. Si tratta di un cittadino ungherese. Dalle prime informazioni la persona deceduta stava conducendo il tir che si trovava in mezzo, mentre il ferito era a bordo dell'ultimo della fila. Il camionista posizionato davanti, invece, è rimasto illeso. Verso le 20, poi, un altro tamponamento, ma nella direzione di marcia opposta, ha determinato la chiusura totale della carreggiata. Per il tempo necessario a rimuovere i mezzi incidentati.

Sul posto si sono portati i vigili del fuoco, gli agenti della polizia stradale e gli ausiliari di Autovie Venete. Oltre che naturalmente i sanitari del 118, con l'appoggio dell'elicottero. La viabilità è stata scaraventata nel caos e l'autostrada è stata chiusa per permettere i soccorsi. Deviazione obbligatoria sul bypass tra A28 e A27 a Portogruaro. Uno dei tre mezzi pesanti ha perso il carico di grano sull'asfalto, dunque i tempi per ripristinare la normalità si sono allungati. Necessario l'intervento dell'autogru di Pordenone per rimettere in sede i veicoli incidentati. I pompieri di Portogruaro, Motta di Livenza, (oltre che di Pordenone), intervenuti con 12 operatori e tre mezzi, hanno messo in sicurezza i veicoli ed estratto non senza difficoltà, utilizzando cesoie, divaricatori e martinetti idraulici l’autista, rimasto incastrato nella cabina di uno dei mezzi rovesciati.

Tutto questo in un giorno di traffico già di per sé molto sostenuto per la conclusione del ponte del 2 giugno. Fin dalla mattina rallentamenti nei tratti principali della A4. Poi, purtroppo, lo schianto. Per far defluire almeno le auto rimaste bloccate, Autovie Venete ha aperto un varco di servizio fra una carreggiata e l’altra per far uscire le vetture, dopo aver chiuso la corsia di sorpasso in direzione Trieste. L’uscita obbligatoria a Portogruaro ha favorito l’indirizzamento del traffico lungo il by pass attraverso l’autostrada A28 fino a Conegliano e poi sulla A27 per rientrare sul Passante di Mestre. Nonostante la liberalizzazione dei transiti al casello, operazione che consente di far defluire più velocemente i mezzi, la coda di mezzi pesanti verso le 19 è di circa 9 chilometri in direzione Venezia e di 5 in direzione Trieste.

ALTRO SCHIANTO IN DIREZIONE OPPOSTA - La carreggiata in direzione Trieste è stata chiusa al transito poco prima delle 20 per permettere ai vigili del fuoco di liberare il conducente di un altro camion che ha tamponato un mezzo pesante. L'incidente a pochi chilometri di distanza dal "disastro" che si è registrato sull'altro versante della A4. Il ferito è stato estratto dalle lamiere contorte dell'abitacolo, per poi essere trasportato in codice rosso all'ospedale di Portogruaro. Le sue condizioni dovranno essere monitorate passo passo, ma il codice più grave sarebbe dettato più che altro dalla dinamica dell'incidente. In ogni caso i disagi per gli automobilisti sono destinati a durare ancora a lungo. Uscita consigliata al casello di San Stino di Livenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento