Ora è ufficiale: era ubriaco il camionista che si incastrò sotto la torre delle Campane di Noale

L'incidente fece discutere il 13 settembre scorso. Il colosso rimase bloccato sotto l'arco della torre delle Campane. Per un 42enne di Lecco un tasso alcolemico di 1,5. Doveva essere 0

Chi era intervenuto sul posto quel giorno aveva avuto la netta sensazione di ciò che ora anche gli esami confermano: il camionista che il 13 settembre scorso si incastrò con il proprio camion Scania V8 R500 sotto la torre delle Campane di Noale era ubriaco. Secondo i test affidati all'azienda sanitaria del Miranese, infatti, il conducente, un 42enne residente a Lecco, avrebbe avuto un tasso alcolemico di circa 1,5 microgrammi per litro, quando il limite di legge sarebbe di 0,5.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

O meglio, per chi guida colossi come quello che è rimasto ore in bella vista in piazza Castello non dovrebbe esserci la minima traccia di alcol nel sangue. Zero virgola zero. Invece lo scenario in questo caso era molto differente: per il camionista è scattato il ritiro della patente (un danno pesante per chi lavora guidando camion). In più è stato segnalato alla Procura per guida in stato di ebbrezza. Il 13 settembre ci vollero ore per liberare la porta della torre dall'intruso: per riuscire a passare il 42enne abbassò le sospensioni, ma fu tutto inutile. Le foto e i video fecero il giro del web. Ora l'epilogo di una vicenda che aveva fatto discutere non poco. Per fortuna il manufatto non riportò conseguenze, secondo un sopralluogo dei tecnici comunali. Già il giorno seguente il varco fu riaperto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento