menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto dei vigili del fuoco

Foto dei vigili del fuoco

Tragico incidente a Spinea, muore annegato in canale in Camionabile

Andrea Baldan, 45enne di Borbiago di Mira, ha perso la vita domenica mattina dopo essere sbandato con la sua Suzuki Splash. Soccorsi inutili

Esce di strada con l'auto e finisce nel fossato adiacente. Mezzo metro d'acqua si è rivelato fatale per Andrea Baldan, 45enne residente a Mira, che verso le 6 di domenica mattina ha perso la vita a causa di un tragico incidente stradale sulla strada provinciale 81, la "camionabile". A un certo punto, per cause ancora al vaglio dei carabinieri, intervenuti sul posto per i rilievi, la vittima ha perso il controllo della sua Suzuki Splash mentre si sarebbe trovato tra i cavalcavia di Fornase e di Borbiago di Mira. Nel territorio di Crea.

A quel punto il veicolo è finito in un canalino adiacente, intrappolando la vittima. Inutile l'arrivo dei vigili del fuoco di Mestre e Mira, oltre che dei sommozzatori. L'auto si è cappottata e fin dal primo momento in cui il 45enne è stato estratto è apparso non cosciente: per i sanitari del 118 non è rimasto altro che constatarne il decesso dopo un prolungato tentativo di rianimazione. Purtroppo Andrea Baldan, perdendo i sensi, sarebbe finito con la faccia in acqua. Sarebbero bastate quindi poche decine di centimetri a farlo annegare. 

L'uomo era il titolare dell'omonimo negozio di calzature in campo San Rocco a Venezia, aperto oltre cinquant'anni fa. L'azienda, grazie anche al suo lavoro, era andata via via consolidandosi e sin dal dopoguerra era diventata uno dei punto di riferimento per i clienti alla ricerca del made in Italy.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento