menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chioggia sotto shock per la perdita di Chiara: "Correre ai ripari su quel tratto di Romea"

In molti sottolineano come per raggiungere il McDonald's i giovani devono attraversare la statale: "Disporre un'alternativa sicura". Lunedì fiaccolata degli amici in suo ricordo

Chioggia è sotto shock per la tragedia di sabato sera, quando la giovane Chiara Pavanello ha perso la vita dopo essere stata investita da una Volkswagen Polo in corrispondenza di una delle rampe del cavalcavia della strada statale Romea che permette di raggiungere la zona del centro commerciale Clodì. Era lì che l'adolescente, assieme a un'amica e un amico più o meno suoi coetanei intendeva trascorrere la serata mangiando da Mc Donald's. Migliaia i commenti sui social network per tributare l'ultimo saluto a una ragazza che aveva tutta la vita davanti. I cittadini si stringono attorno al dolore dei suoi famigliari, colpiti da un lutto che lascia senza parole. La sorella e il fratello, la madre. Una famiglia unita in cui tutti si aiutano l'un l'altro.

Chiara travolta in bici, perde la vita in ospedale

Le indagini

Il trio di giovani si trovava in sella a due biciclette elettriche quando, in un punto poco illuminato, è stato travolto in direzione Ravenna dal conducente della Polo, che si è subito fermato. Da prassi i mezzi coinvolti sono stati sottoposti a sequestro per permettere eventuali ulteriori accertamenti da parte dei carabinieri, che fino a sera inoltrata hanno eseguito i rilievi. Da prassi l'automobilista viene indagato per omicidio stradale, mentre spetterà al magistrato decidere se disporre l'esame autoptico. Ci sarebbero comunque alcuni testimoni in grado di ricostruire se non altro i momenti immediatamente successivi allo schianto: sono stati ascoltati dalle forze dell'ordine. 

chiara pavanello ok-2

"Correre ai ripari" 

Intanto sul banco degli imputati sale quel tratto di statale spesso percorso da giovanissimi in bici per raggiungere il McDonald's. In tanti sui social network hanno invitato l'amministrazione comunale a correre ai ripari per garantire un transito in sicurezza. Perché la Romea, lo dicono i dati, è una delle strade più pericolose d'Italia: costringere adolescenti e ciclisti in genere a percorrerla o attraversarla si traduce in un rischio troppo elevato. "Bisognava pensarci prima - sottolinea un lettore su Facebook - Ci è voluta una tragedia del genere per indurre forse l'amministrazione a correre ai ripari". Lunedì sera sarà organizzata dagli amici di Chiara Pavanello una fiaccolata in suo ricordo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riaperture, Zaia non esclude novità dopo il "tagliando" del Governo del 20 aprile

  • Attualità

    Brugnaro: «Il 24-25 aprile pronti ad aprire tutti i musei»

  • Cronaca

    Avm, per la commissione di garanzia la disdetta normativa è corretta

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento