menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Ferdinando Avarino (twitter)

Foto Ferdinando Avarino (twitter)

Raffica di incidenti, mattinata di passione sull'autostrada A4

Almeno quattro i chilometri di coda tra Dolo e il capoluogo euganeo a causa di una serie di incidenti lunedì mattina. Feriti non gravi

La settimana non è iniziata nel modo migliore per quanti lunedì mattina si sono messi in viaggio per raggiungere Padova. Pendolari e turisti hanno condiviso un unico "destino": rimanere incolonnati per chilometri a partire dal bivio del Passante per poi essere costretti a proseguire a velocità ridotta fino all'uscita di Padova Est. Alle 9.30 erano almeno quattro i chilometri di incolonnamenti a causa di una serie di tamponamenti che hanno di fatto mandato in tilt la viabilità. Il primo si è registrato all'altezza di Arino di Dolo, ma poi se ne serebbero verificati almeno altri due a cavallo tra il territorio della provincia lagunare e quella euganea.

Super lavoro di conseguenza anche per gli agenti della polizia stradale, oltre che dei sanitari del 118. Non si segnalerebbero, ma i rilievi sono gioco forza durati a lungo, feriti gravi. Fatto sta che per quanti si sono messi al volante la mattinata è stata di fatto scompaginata dalla coda che via via si è allungata sempre più. Un tamponamento a catena che ha coinvolto più veicoli (compreso un furgone) ha occupato gran parte della carreggiata, costringendo gli altri automobilisti a transitare su uno spazio ristretto. Inevitabili i restringimenti di carreggiata in corrispondenza degli schianti per permettere non solo i soccorsi, ma anche i rilievi della polstrada. Cui spetta il compito di ricostruire le dinamiche degli incidenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento