menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sul posto è intervenuto l'elicottero del 118

Sul posto è intervenuto l'elicottero del 118

Investe una signora a Chioggia e fugge, caccia al pirata della strada

La donna sarebbe stata travolta da un mezzo pesante, forse un furgone. L'incidente venerdì mattina in strada Madonna Marina a Sottomarina

All'improvviso finisce a terra. Non è chiaro se perché urtata da quel furgone che poi è scappato o a causa di una improvvisa perdita di equilibrio. Fatto sta che verso le 11.30 di venerdì il mezzo da lavoro, descritto come con una cabina di guida rossa e un cassone aperto dietro, stava percorrendo strada Madonna Marina a Sottomarina. Di punto in bianco, di fronte a lui, è caduta una donna. Una ciclista di 63 anni residente sempre a Sottomarina. Terribile la dinamica: il conducente del mezzo pesante, descritto come giovane e con un cappello in testa, avrebbe sormontato il corpo della sventurata, per poi abbozzare una frenata. Appare quindi inverosimile l'ipotesi che l'automobilista possa non essersi accorto di nulla.

Fatto sta che pochi istanti dopo lo schianto il furgone è sparito all'orizzonte, anche se la sua "latitanza" appare molto difficile. Ai lati del cassone il nome di una ditta, mentre l'abitacolo di colore rosso permette di restringere il cerchio delle ricerche. Fatto sta che fino alle 17 di venerdì ancora l'investitore non era stato trovato. Lo aspetta una denuncia per omissione di soccorso. Attraverso due telecamere di sicurezza di una pizzeria e un negozio gli uomini della polizia municipale sono riusciti a selezionare alcuni frame del passaggio del mezzo pesante. Purtroppo però le immagini sono molto sgranate, quindi serviranno ulteriori indagini per cercare di estrapolare eventuali elementi utili, come una porzione di targa. Anche perché gli occhi elettronici puntavano sui rispettivi ingressi degli esercizi, immortalando il passaggio del veicolo incriminato solo di striscio.

Sul posto dell'incidente si sono precipitati gli uomini della polizia municipale, con l'obiettivo non solo di ricostruire la dinamica dell'accaduto (non una operazione semplice, vista la complessità degli eventi), ma anche di raccogliere testimonianze fondamentali che possano concorrere a dare un volto e un nome al pirata. In appoggio anche una squadra dei vigili del fuoco, che hanno aiutato a mettere in sicurezza l'area. La donna, rimasta a terra, è stata trasportata in elicottero all'ospedale Dell'Angelo di Mestre: le sue condizioni sarebbero gravi, ma ci sarebbe ottimismo. Si trova in prognosi riservata a causa dei traumi (soprattutto a un braccio) riportati nell'incidente. Una volta arrivata al pronto soccorso respirava  in maniera autonoma, ma nel pomeriggio, dopo che le erano state riscontrate diverse fratture, è stata sottoposta a un intervento chirurgico.

"Questo incidente costituisce uno spunto per capire l'importanza dell'installazione di telecamere di sorveglianza nei nodi strategici della viabilità cittadina - dichiara il comandante della polizia municipale, Michele Tiozzo - da qualche incrocio principale quel furgone è transitato. In questo momento avremmo con ogni probabilità già la sua targa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento