menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia di Bibione, Francesco Dessì senza patente da un anno

Lunedì sera la sua auto, uscita di strada, si è schiantata contro un palo, uccidendolo. Ma il 30enne di Pordenone non poteva guidare dal 2013

Lunedì sera, mentre viaggiava verso Bibione per concedersi una meritata vacanza in famiglia, la sua Fiat Punto è uscita di strada e si è schiantata contro un pilastro, uccidendolo e mettendo in pericolo anche la vita di sua moglie e sua figlia, in auto assieme a lui; eppure Francesco Dessì, 30 anni, residente a Pordenone, non sarebbe dovuto essere al volante in quella sera fatale: da un anno, infatti, la sua patente di guida era stata sequestrata dalle autorità.

UN FOSCO DESTINO – Un retroscena che getta ombre cupe su quella che è già l'ennesima tragedia consumatasi lungo le strade della provincia. Il trentenne stroncato nell'incidente si era visto ritirare la patente di guida ancora nel 2013, per una somma di diverse violazioni, tra cui la guida in stato d'ebrezza. Questo non significa, in ogni caso, che al momento dello schianto l'uomo non fosse abile alla guida, ma per legge non poteva sedersi al posto del conducente. Il fatale sinistro è avvenuto sulla rotatoria di ingresso alla località marittima di San Michele al Tagliamento, e il colpo non ha lasciato scampo a Dessì, ucciso dalla spietata carambola che la sua Punto ha compiuto dopo aver impattato contro il grosso palo d'acciaio. Sui sedili della Fiat c'erano anche la moglie e la figlia di quattro anni, rimaste ferite (la bambina è stata trasportata in ospedale d'urgenza con l'elisoccorso), e uno dei Labrador che l'uomo allevava. Fortunatamente mamma e bimba stanno migliorando, anche se rimangono sotto il controllo dei medici. Restano invece il dolore e l'amarezza per la scomparsa del padre, che lunedì non avrebbe mai dovuto impugnare il volante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento