menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
A sinistra l'auto ribaltata in canale (foto vigili del fuoco), a destra la vittima (foto Facebook)

A sinistra l'auto ribaltata in canale (foto vigili del fuoco), a destra la vittima (foto Facebook)

Tragico incidente a Caorle, auto nel canale: perde la vita un giovane

La tragedia domenica mattina in via Ponti Salici, sulla provinciale 54. La vittima è Giulio Storti, un fotografo 32enne di Passarella di San Donà

Tragedia pochi minuti prima delle 8 di domenica mattina a Caorle. Per cause ancora al vaglio delle forze dell'ordine, un veicolo che percorreva via Ponti Salici, sulla provinciale 54, nel tratto che collega Stretti di Eraclea alla località balneare, è finito nel canale adiacente. In località Brian. Nel territorio di San Giorgio di Livenza. Si tratta di una Renault Captur con a bordo un cittadino residente a San Donà di Piave. Che nell'inerzia della fuoriuscita di strada si è ribaltata. Purtroppo per il conducente non c'è stato nulla da fare. Si tratta di Giulio Storti, un 32enne residente a Passarella di San Donà di Piave.

E' rimasto intrappolato all'interno dell'abitacolo, senza riuscire a mettersi in salvo. Inutile l'intervento dei sommozzatori dei vigili del fuoco: quando hanno raggiunto il luogo dell'incidente (l'allarme è stato lanciato un quarto d'ora prima delle 8) si sono accorti di quella persona al volante priva di vita. Per recuperare l'auto si è reso necessario l'intervento della gru dei pompieri: le operazioni si sono protratte per un paio d'ore.

Dai primi rilievi dei carabinieri appare molto probabile che si sia trattato di una fuoriuscita autonoma. Il conducente a quanto pare stava tornando a casa dopo aver passato la serata con amici a Caorle. Ma a destinazione non ci sarebbe mai arrivato. Appare quindi verosimile che l'incidente possa essersi verificato alcune ore prima rispetto all'intervento dei soccorsi. A suffragare l'ipotesi dell'incidente ci sarebbe l'assenza di segni di violenza sulla salma, ma per fugare il campo da dubbi è probabile che il magistrato disponga un'autopsia per fare luce sulle cause del decesso. E' possibile che Giulio Storti, di professione fotografo, sia morto annegato.

Il 32enne, nato a Venezia, dopo essersi laureato a Ca' Foscari in Tecniche artistiche e dello spettacolo aveva deciso di assecondare la sua vera passione: la fotografia. Per questo si era trasferito a Milano per frequentare l'Istituto Italiano di Fotografia, città in cui aveva continuato a lavorare in uno studio professionale. Al termine del suo corso di studi aveva fondato un collettivo specializzato soprattutto in fotografia applicata al mondo della pubblicità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento