menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grave incidente stradale a Eraclea Mare, un morto e una ferita grave

Lo schianto podo dopo le 15 in viale dei Fiori, la principale che dalla località marittima porta a Caorle. Perde la vita un 56enne trevigiano

Tragedia sulle strade del litorale lunedì pomeriggio. Forse a causa di una mancata precedenza, verso le 15 si è registrato un devastante incidente a Eraclea Mare. All'intersezione tra viale dei Fiori (la strada principale della località marittima) e via Olivi. Una Fiat Stilo condotta da un 53enne residente a Bassano, infatti, si sarebbe immessa dalla strada secondaria, ma i rilievi della polizia municipale sono ancora in corso, tagliando la strada a un uomo e una donna trevigiani a bordo di una Twingo. Devastante l'impatto. Il veicolo che si trovava sulla principale, in direzione di Caorle, si sarebbe anche cappottato più volte prima di fermare la propria corsa. Con le ruote sull'asfalto. Fin da subito, vista anche la dinamica, si è capito che la situazione era gravissima. Disperata.

L'uomo a bordo della Twingo, Salvatore Pantano, 56enne pensionato di Ponte di Piave ma residente a Oderzo, ha perso la vita nonostante i disperati tentativi di rianimazione dei sanitari del Suem. Intervenuti sul posto anche con l'elicottero del 118 di Treviso. La donna che si trovava al suo fianco, 66enne, residente allo stesso indirizzo della vittima, forse la sua compagna, è stata soccorsa e caricata d'urgenza sul velivolo, pare senza la necessità di essere intubata, e trasportata subito all'ospedale Dell'Angelo in gravi condizioni. Davanti agli occhi dei soccorritori la scena terribile dei due trevigiani sbalzati fuori dall'abitacolo e della Twingo distrutta dalla carambola. Entrambi i veicoli sono stati sottoposti a sequestro dal magistrato di turno in attesa di chiarire quanto accaduto.

Sul posto per i rilievi la polizia municipale, mentre i vigili del fuoco hanno lavorato per mettere in sicurezza la strada. Oltre all'elicottero erano arrivate anche delle ambulanze del 118, rivelatesi purtroppo inutili. Una giornata tragica per il litorale che già era partita con il piede sbagliato a causa di un devastante incendio che aveva completamente distrutto il ristorante "Al Cigno Bianco" a Jesolo Lido.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento