menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto dei vigili del fuoco

Foto dei vigili del fuoco

Grosso incendio in autostrada, la bisarca viene avvolta dalle fiamme

Il rogo verso le 20.20 di mercoledì all'altezza di Arino di Dolo, chilometri di coda per i curiosi. Poco prima vicenda simile a Portogruaro

Le fiamme in pochi minuti hanno avvolto completamente la bisarca, danneggiando non solo il mezzo pesante, ma distruggendo anche tre  auto a  GPL che stava trasportando. Difficile intervento per i pompieri mercoledì sera poco prima delle 20.30 in autostrada, quando, in direzione Venezia, l'autotreno ha all'improvviso preso fuoco. Le cause sono ancora al vaglio dei vigili del fuoco, ma il fatto che la parte anteriore del mezzo sia la meno danneggiata indurrebbe a ritenere che non si sia trattato di un cortocircuito al motore. L'ipotesi più accreditata è che "fatale" possa essersi rivelato il surriscaldamento di uno pneumatico del rimorchio.

Dopodiché l'incendio è divampato in modo violento, visibile anche a una certa distanza per l'altezza raggiunta dalle fiamme. Preoccupazione tra gli automobilisti che mercoledì sera sono transitati lungo il tratto di A4 in corrispondenza di Arino di Dolo: impegnate squadre di soccorso di Mira e di Padova. Inevitabili i rallentamenti, almeno finché i pompieri non hanno spento del tutto il rogo e messo in sicurezza la carreggiata. Nessuno è rimasto ferito. Le auto trasportate erano tutte usate. Disagi si sono registrati fino alle prime ore della mattinata, quando si sono chiuse le operazioni di recupero della bisarca. A causa dei curiosi si sono formati circa quattro chilometri di coda in entrambe le direzioni di marcia. Per permettere l'intervento la corsia di marcia è rimasta chiusa al transito.

Una vicenda molto simile si era registrata verso le 19 di mercoledì (DETTAGLI). Sempre in autostrada, ma all'altezza di Portogruaro. A un certo punto, per cause ancora al vaglio, un'automobilista è stato costretto ad arrestare la propria marcia a lato della sede stradale mentre stava transitando in direzione Trieste. Subito dopo dal motore è divampato un incendio che ha causato pesanti danni. Anche in questo caso sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per ripristinare la normalità. Si sono toccate punte di cinque chilometri di coda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento