menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incidente a Musile, coppia di anziani contro un albero: un morto

Lo schianto sulla provinciale 48 venerdì pomeriggio. Una Fiat 600 prima ha impattato contro un'auto Suzuki, poi è finita contro il platano

L'auto tocca con l'angolo posteriore destro una Suzuki Splash, fa perno e finisce la propria corsa contro un platano. Una dinamica che non ha potuto che preoccupare subito i soccorritori che venerdì pomeriggio sono intervenuti verso le 16 in via Mussetta, a poca distanza dall'intersezione con la strada provinciale 48. Troppi schianti fotocopia si sono portati via vite umane. Stavolta a rimanere gravemente danneggiata dall'impatto con l'albero è stata una Fiat 600 che aveva a bordo una coppia di anziani.

La più grave è apparsa subito la donna. Priva di sensi. Per questo motivo è stato allertato l'elicottero del 118, che è intervenuto dopo pochi minuti all'altezza dell'intersezione con via Fossetta. Luigia Pozzattello, 78enne, dopo essere stata intubata, è stata caricata a bordo del velivolo e trasportata all'ospedale Ca' Foncello di Treviso. Le sue condizioni si sono mantenute costantemente molto gravi, fino ad arrivare al decesso. Inutili gli sforzi dei medici del pronto soccorso del capoluogo della Marca.

Il coniuge, invece, 81enne, è stato estratto dall'abitacolo e caricato a bordo di un'ambulanza. Anche per lui è inevitabile che i medici si riservino la prognosi. E' stato ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Dell'Angelo di Mestre, ma il quadro clinico con il passare del tempo sarebbe gradualmente migliorato. Entrambi i coinvolti abitano a Meolo, e si stavano dirigendo verso Fossalta di Piave. Sul posto, oltre ai sanitari, pure i carabinieri. Per cercare di ricostruire la dinamica dell'accaduto: è possibile infatti che alla base della tragedia possa esserci stato un sorpasso azzardato e un conseguente rientro in corsia azzardato da parte dell'anziano, A.D., che si trovava al volante. I punti in cui si è verificato l'impatto tra i due veicoli (a bordo della Suzuki c'era una donna di 48 anni di Musile di Piave) potrebbero presupporre un rientro in corsia anticipato da parte del conducente della Fiat 600, poi finita contro l'albero. Ma la dinamica, inevitabile che sia così, è ancora al vaglio dei militari dell'Arma.

Tanto più ai figli l'uomo avrebbe infatti riportato di non aver tentato alcun sorpasso. Avrebbe anzi cercato di evitare, a bordo della sua Fiat 600, una Suzuki che sarebbe uscita da una laterale senza rispettare lo stop, riuscendo a evitare l'impatto con la parte anteriore ma toccandola comunque con la parte posteriore del mezzo. A quel punto la 600 avrebbe sbandato e sarebbe finita fuori strada contro un platano, lasciando in fin di vita i due anziani. E in effetti una dinamica di questo genere potrebbe essere più coerente con il carattere e l'età dell'uomo, che difficilmente, a quanto dice chi lo conosceva, si sarebbe azzardato a tentare un sorpasso spericolato, specialmente su fondo bagnato. L'incidente è comunque ancora al vaglio dei carabinieri di San Donà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento