menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di destra dei vigili del fuoco

Foto di destra dei vigili del fuoco

Tragico incidente a Eraclea, auto contro platano: muore un giovane

La vittima, Marvis Zabotto, 25enne di Torre di Mosto, ha perso subito la vita. Sul posto sanitari del 118 e pompieri. Non c'è stato nulla da fare

Perde il controllo della sua Volkswagen Golf e finisce fuori strada, perdendo la vita. Tragico incidente stradale poco prima delle 8 di domenica mattina in località Valcasoni di Eraclea, in via Triestina Bassa. Un giovane automobilista di 25 anni, Marvis Zabotto, residente a Torre di Mosto, è deceduto a causa dei gravi traumi riportati dopo essersi schiantato contro un platano con l'auto che stava conducendo in direzione della località Ponte Capitello. A un certo punto, in pieno rettilineo, la sbandata fatale all'altezza del civico 4, invadendo la corsia di marcia opposta. In quel momento non stavano sopraggiungendo altri veicoli, cosicché nessun'altro automobilista è stato coinvolto nella tragedia.

Inutili i soccorsi del 118 e dei vigili del fuoco, intervenuti sul posto per estrarre il ragazzo dall'abitacolo e prestare le prime cure. Purtroppo tutte le operazioni sono risultate vane. L'auto si è praticamente disintregrata nell'impatto, finendo poi in un fossato vuoto, non lasciando scampo al conducente. I carabinieri della compagnia di San Donà hanno effettuato i rilievi ricostruendo la dinamica dell'incidente, cui potrebbe avere contribuito l'asfalto bagnato.

Il giovane, operaio meccanico, a maggio 2014 aveva patteggiato sei mesi e venti giorni di reclusione e 300 euro di multa per una serie di vandalismi che aveva coinvolto altri tre giovani della zona del Portogruarese e del Sandonatese (DETTAGLI). Danni ingenti causati soprattutto a due aziende agricole della zona. Alla fine scattarono le manette da parte dei carabinieri, dopodiché per Marvis Zabotto, fino a quel momento incensurato, la decisione di patteggiare. I quattro vennero arrestati ad aprile 2014 dopo un rocambolesco inseguimento che si concluse a Caorle. Le forze dell'ordine fermarono proprio la Volkswagen Golf di cui era proprietario il 25enne, con ogni probabilità la stessa che poco prima delle 8 di mattina di domenica si è schiantata contro il platano, disintegrandosi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento