rotate-mobile
Incidenti stradali Noale

Travolto da un'auto e scaraventato nel fossato mentre torna dal lavoro, muore un diciottenne

Vittima Ihab Abou El Seoud, residente a Piombino Dese e studente a Noale. Alla guida della macchina una neopatentata fuggita senza prestare soccorso: risponderà di omicidio stradale

Morto a diciott'anni dopo essere stato investito da un'auto pirata mentre tornava a casa dal lavoro. È il tragico destino toccato a Ihab Abou El Seoud, residente a Piombino Dese (Padova) e studente dell'Enaip di Noale. L'incidente alle 23 circa di sabato 31 marzo in via Gattoeo, nella frazione Torreselle: il ragazzo, che era impiegato al ristorante Baracca di Trebaseleghe, è stato travolto mentre era in sella alla sua bicicletta e sbalzato nel canale che costeggia la strada. Ed è lì che è stato ritrovato dopo circa tre ore dal padre e dalla sorella: i familiari sono andati a cercarlo mossi dalla preoccupazione per non averlo visto tornare a casa. Lo riportano i quotidiani locali.

Trovata la pirata neopatentata

Non si sa, per ora, se il decesso sia stato immediato o se il diciottenne avrebbe potuto essere salvato da soccorsi tempestivi: su questo punto l'autopsia potrebbe fare chiarezza. Chi era alla guida dell'auto investitrice, una Mercedes Classe A, non si è fermato dopo l'impatto e il ragazzo è stato abbandonato là, nel fosso. A condurre il veicolo era una 19enne residente a Trebaseleghe. Si sarebbe presentata lei stessa dai carabinieri il giorno successivo, convinta dalla madre che nel frattempo aveva scoperto cos'era accaduto nella notte. Della vicenda si occupano i militari della stazione di Piombino Dese, che avevano trovato un pezzo di carrozzeria sul luogo dell'incidente. La neopatentata è stata denunciata per omicidio stradale e omissione di soccorso, con revoca della patente.

Dolore della famiglia

Quando il padre del ragazzo ha individuato il corpo del figlio ha subito chiamato il 118, ma i tentativi di rianimazione del personale sanitario sono stati vani. La famiglia del giovane è precipitata in un dolore straziante. Ihab avrebbe compiuto 19 anni il 30 luglio ed era nato in Italia da papà egiziano e mamma marocchina. Frequentava la scuola alberghiera nella città dei Tempesta ed era felice di avere avuto l'opportunità di intraprendere uno stage nel rinomato ristorante.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolto da un'auto e scaraventato nel fossato mentre torna dal lavoro, muore un diciottenne

VeneziaToday è in caricamento