menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montagna tragica: noto chef veneziano muore in un incidente

Dopo l'investimento di domenica nei confronti di una 70enne del Lido a Falcade, mercoledì ha perso la vita in Val di Non un 61enne di Meolo

Ennesima tragedia che coinvolge il Veneziano in montagna. Un noto chef, Carlo Lazzaron, 61 anni residente a Meolo, infatti, nel tardo pomeriggio di mercoledì ha perso la vita in un tremendo incidente stradale in moto che non gli ha lasciato scampo. Il centauro stava percorrendo la strada statale delle Palade, a non molta distanza dal paese di Fondo, un comune della Val di Non. A un certo punto, però, per cause ancora al vaglio dei carabinieri della stazione locale, si è scontrato con un fuoristrada subito dopo aver invaso la corsia opposta. La dinamica non è chiara del tutto, fatto sta che il 61enne è rimasto schiacciato sotto l'altro veicolo. E' possibile che abbia concorso anche il fondo stradale bagnato.

Lo chef, che lavorava in un locale di Venezia, è deceduto sul colpo, da subito apparendo privo di sensi ai primi soccorritori.  Tra cui una decina di motociclisti che si trovavano con lui al momento dell'incidente. Troppo gravi i traumi riportati nell'impatto e inutili di conseguenza sono risultati gli sforzi dei medici nel tentare di rianimare lo sventurato. Ad aggravare ulteriormente la situazione il fatto che i sanitari del 118, giunti anche in elicottero, abbiano dovuto attendere che l'auto venisse sollevata con dei cuscinetti idraulici dai vigili del fuoco per riuscire a raggiungere il ferito. Dopodiché, purtroppo, la constatazione del decesso. L'elicottero del Suem è quindi ripartito vuoto, mentre le forze dell'ordine si sono occupate dei rilievi di rito. Cercando di ricostruire la dinamica del tragico schianto. 

Carlo Lazzaron era molto noto in laguna per le sue doti in cucina. Tanto che nel 2003 cucinò anche per l'allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e per la moglie. Un menu deciso sul momento dai due clienti d'eccezione della taverna La Fenice. Ora lavorava come capo chef per il locale Antico Pignolo, non lontano da Rialto. Il 61enne lascia nel dolore la moglie e tre figli.

Solo domenica scorsa una turista settantenne residente al Lido di Venezia aveva perso la vita in quel di Falcade, in montagna, dopo essere stata travolta in pieno da un'auto parcheggiata in pendenza che a un certo punto ha iniziato a muoversi in maniera incontrollata, senza conducente. L'anziana, che si trovava di spalle, è finita sulla traiettoria del veicolo. Venendo investita e uccisa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento