menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perse una gamba nell'incidente, stop assicurazione: "Diabetico"

Studio 3A ha citato in giudizio la compagnia difendendo il proprio cliente: "La polizza è stata stipulata nel 2007 e la malattia scoperta nel 2010"

Perse una gamba dopo l'incidente stradale, ma l'assicurazione si rifiuta di pagare perché è affetto da diabete insulinico. E' la difficile vicenda in cui si è ritrovato di punto in bianco catapultato un cittadino coinvolto in un incidente stradale avvenuto il 16 maggio 2011 a Marano di Mira. A causa di quel sinistro rimase invalido, ma nonostante avesse stipulato una polizza infortuni nel 2007, non ha ancora visto il becco di un quattrino. La compagnia, infatti, si rifiuta di pagare l'indennizzo perché il cliente è risultato essere affetto da diabete insulinico. Se l'avesse saputo l'assicurazione non avrebbe stipulato alcuna polizza. Il problema è che lo sventurato è venuto a saperlo nel 2010, ma l'accordo con la compagnia era stato stretto tre anni prima.

"Studio3A nei giorni scorsi con i suoi legali ha citato in giudizio la compagnia nell'interesse del suo assistito - dichiara in una nota la società specializzata in risarcimento danni - in quanto si rifiutano addirittura di aderire al processo di mediazione".  Gli esperti puntano sul fatto che, secondo loro, l'incidente non avrebbe avuto nulla a che fare con il diabete, diagnosticato come detto solo nel 2010. "Lo scandalo maggiore però consiste nel fatto che non è stata disdetta ad oggi la polizza e la compagnia continua a incassare il premio dal suo cliente", conclude la società.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento