menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Investe un pedone sulle strisce e scappa, aveva la patente sospesa per alcol e droga

Una donna martedì ha travolto un 66enne sulle strisce pedonali in corso del Popolo, è scesa dall'auto ed è poi fuggita a bordo del veicolo. E' stata subito individuata dalla Municipale

Investe un pedone, scende dall'auto e poi si dà alla fuga, ma la polizia municipale la individua e la denuncia. Oltre che sanzionarla. Pirata della strada "smascherata" nel giro di poche ore da parte degli uomini del reparto motorizzato della polizia locale. L’incidente in questione, infatti, è avvenuto martedì scorso, all’altezza del civico 13 di via Tasso a Mestre, quando un sessantasettenne di Zelarino, che stava attraversando la strada sulle strisce pedonali, è stato investito da un veicolo. 

Secondo le testimonianze di alcuni passanti raccolte da una pattuglia, una Punto bianca, proveniente da corso del Popolo e diretta verso via Cappuccina, giunta nei pressi dell'intersezione tra via Tasso e via Aleardi, non aveva rispettato la precedenza travolgendo S.G. e facendolo cadere a terra e provocandogli contusioni varie.

La conducente dell'auto, scesa dal veicolo, non si è fermata a prestare soccorso. E' risalita a bordo della Punto e si è allontanata lungo via Aleardi. I testimoni sono comunque riusciti a fornire agli agenti sia il numero di targa dell'auto, sia una descrizione dell'investitrice. Poco dopo gli accertamenti degli agenti hanno consentito di rintracciare l’auto all'interno del parcheggio di un condominio di via Forte Marghera e la proprietaria del veicolo, una cittadina slovena che vive nello stabile. Ci aveva fatto ritorno a un paio d'ore dallo schianto. La donna, secondo gli accertamenti successivi, aveva la patente italiana sospesa fino all'agosto prossimo per guida sotto l'influenza dell'alcol e in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti. E

Dalla verifiche della polizia municipale è risultato che la donna avesse patente italiana sospesa fino al mese di agosto del 2017 per guida sotto l'influenza dell'alcool e in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti. Ecco con ogni probabilità il motivo della fuga. Immediate le misure degli agenti: la donna, denunciata all’Autorità giudiziaria per omissione di soccorso e fuga, sarà sanzionata con una multa tra 2.004 a 8.017 euro per aver guidato con patente sospesa a cui si aggiungerà una sanzione di 163 euro per la mancata precedenza al pedone e una contravvenzione di 356 euro per il mancato aggiornamento della carta di circolazione entro i termini di legge. Il veicolo è stato sottoposto al fermo amministrativo di tre mesi perché condotto da persona sottoposta alla sospensione della patente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento